Chi sono i partner commerciali della Serbia

Il Paese con cui la Serbia ha registrato il maggior surplus commerciale l’anno scorso, come negli anni precedenti, è stata la Bosnia-Erzegovina. Ciò significa in realtà che il Paese ha esportato più merci in BiH, rispetto a quanto importato, per un valore di 743 milioni di euro. Tuttavia, la Bosnia-Erzegovina non è l’unico Paese con cui la Serbia ha un surplus commerciale.

Secondo l’Ufficio statistico della Repubblica, l’eccedenza maggiore è stata registrata con i Paesi della regione, ma anche Svezia, Slovacchia, Regno Unito e Slovenia possono aderire a questo gruppo di Paesi. È interessante notare che la Serbia commercia anche con Paesi “lontani” come Arabia Saudita, Australia, Paesi Bassi, Liechtenstein…

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

In Bosnia-Erzegovina, la Serbia ha esportato principalmente gasolio e benzina per motori, importando carbon cock e filo di ferro e acciaio.

Secondo l’Ufficio RSZ, il Montenegro è il secondo Paese, dopo la Bosnia-Erzegovina, in termini di surplus (717 milioni di euro) con cui la Serbia ha realizzato degli scambi lo scorso anno. Lì si esportano principalmente medicinali per la vendita al dettaglio e minerali di piombo e concentrati, e si importano alluminio grezzo e vino nuovo.

La Macedonia del Nord è il terzo Paese, in cui si esportano principalmente conduttori elettrici e prodotti laminati a caldo, mentre si importano medicinali e tubi saldati di ferro e acciaio.

Ci sono poi i Paesi con cui la Serbia registra un deficit commerciale, cioè i prodotto vengono più importati che esportati.

La Serbia ha avuto il più grande deficit commerciale con la Cina negli ultimi anni, poi con Russia, Germania, Turchia e Iraq. Il deficit però c’è stato anche con Ungheria, Armenia, India e Vietnam.

Il commercio estero è stato più grande con i Paesi con cui la Serbia ha firmato accordi di libero scambio. La quota maggiore delle esportazioni serbe è stata nella regione della Vojvodina (35%) mentre l’import maggiore si è registrato nella regione di Belgrado (48%).

Il commercio estero totale di merci dalla Serbia è stato di 41,40 miliardi di euro da gennaio a fine dicembre, con un aumento dell’8,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Le esportazioni sono aumentate del 7,7% e le importazioni dell’8,9%, secondo i dati dell’Ufficio di statistica della Repubblica.

Le esportazioni di beni sono ammontate a 17,53 miliardi di euro e le importazioni a 23,87 miliardi, quindi il deficit è stato di 6,34 miliardi di euro ed è aumentato del 12,5% rispetto al 2018, quando era stato raggiunto un surplus di 2,01 miliardi di euro.

https://www.blic.rs/biznis/privreda-i-finansije/sa-kim-srbija-trguje-suficit-najveci-sa-komsijama-a-deficit-sa-jednom-prijateljskom/lbltlez

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Bosnia, Import, Montenegro, partner commerciali, RSZ
Il numero di abitanti in Serbia sceso sotto i 7 milioni

Declino demografico inesorabile in Serbia

Chiudi