Chi è Igor Isailović?

L’acquisto dell’edificio in via Kralja Milutina da parte della società “Ramid”, la cui comproprietaria è Ljiljana Bozovic, moglie del controverso uomo d’affari kosovaro Zvonko Veselinovic, ha riportato ancora una volta l’avvocato Igor Isailovic sotto i riflettori. Una figura controversa nota per la sua partecipazione a molti affari di rappresentanti del governo, principalmente quelli relativi a Siniša Mali.

L’edificio è stato prelevato dalla società “Ramid” per 4,1 milioni di euro in un’asta pubblica, la cui comproprietaria è Ljiljana Bozovic, moglie del controverso uomo d’affari kosovaro Zvonko Veselinovic. Secondo il Centro per l’amministrazione cittadina locale, anche l’avvocato Igor Isailović ha partecipato all’acquisto.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

L’avvocato, vicino a personaggi chiave al potere come la Premier Ana Brnabic e il Ministro delle finanze Sinisa Mali, ha già lavorato per società di proprietà di Zvonko Veselinovic e della sua famiglia e ha anche svolto attività legale per la moglie e il socio in affari che ha rilevato l’azienda “Ramid”.

L’azienda possiede già edifici nella capitale e, come ha scritto “BIRN” la scorsa estate, ha venduto 75 appartamenti in un edificio di sette piani di nuova costruzione al prezzo di 1.600 euro al metro quadrato.

Isailović si è impegnato anche a cambiare la struttura proprietaria della società “Inkop” di Ćuprija quando Zvonko Veselinović, suo fratello Žarko e il padrino Milan Radoičić hanno assunto ufficialmente la proprietà di quella società, che fino ad allora era di proprietà della sorella di Veselinović, Dušica Maksimović.

Il nome di Igor Isailović è saltato fuori anche per l’acquisto dell’edificio della “Beogradjanka”.

All’inizio di settembre la società “MPP New Project” ha acquistato una parte dei locali commerciali della “Palata Beograd”. Secondo i dati ufficiali dell’Agenzia dei registri delle imprese, la società acquirente era stata costituita solo due settimane prima di questo investimento, il 26 agosto.

Tuttavia, si scopre che questa società è figlia della ben più famosa “Marera Properties”, che ha confermato di aver acquistato la torre commerciale “Beogradjanka”.

I documenti dell’agenzia dei registri delle imprese indicano un collegamento tra Igor Isailovic, avvocato che ha lavorato con il Ministro delle finanze Sinisa Mali, e la “Marera Properties”.

Il vero proprietario della società “Marera Properties” è un uomo d’affari russo, Vladimir Zubrilin, citato nelle “Panama Papers”, il database più famoso sul business offshore. Il nome di Igor Isailović è strettamente connesso con i massimi dirigenti governativi, insieme ad apparizioni in privatizzazioni e affari importanti.

I giornalisti investigativi hanno anche menzionato il legame di Igor Isailović con l’ex capo dell’urbanista della città di Belgrado, Milutin Folić.

Come ha scritto “KRIK”, Folic ha pubblicato le foto delle sue vacanze estive in Grecia sul suo profilo Instagram insieme all’avvocato e altre persone.

“Folic ha iniziato a collaborare con Isailovic nel marzo 2019, solo due mesi dopo la scadenza del mandato come principale urbanista di Belgrado. Hanno fondato la società “Sillage”, attraverso la quale sono entrati nell’attività di mediazione nella vendita di alcuni degli immobili più preziosi di Belgrado. Isailović ha lasciato la società che ora è gestita da Folić, meno di un anno dopo”, afferma “KRIK”.

L’azienda vende appartamenti di lusso a “Beograd na vodi”, nel complesso elitario “K-District” a Dorcol, poi nella “Kapija di Vracar”, nel complesso residenziale Zemun “Taurunum XXI” e nel “The One” a Nuova Belgrado. Questi appartamenti sono tra i più costosi del Paese poiché un metro quadrato costa da due a più di ottomila euro.

Il grande pubblico ha appreso di Isailovic e del suo legame con Sinisa Mali e Ana Brnabic negli anni precedenti grazie a numerose scoperte da parte di giornalisti investigativi, principalmente di “KRIK” e “BIRN”.

In un’intervista a “KRIK”, l’ex moglie di Siniša Mali, Marija, ha detto nel 2017 che l’attuale Ministro delle Finanze, allora sindaco di Belgrado, e il suo avvocato Igor Isailović, l’hanno persuasa a scrivere una dichiarazione all’Agenzia anticorruzione che Siniša Mali nel periodo dal 2013 al 2016 aveva ricevuto in eredità dal suo defunto padre 95.000 euro in contanti.

Ha anche detto che Isailović era il più stretto collaboratore di Siniša Mali e che conosceva tutti gli affari dell’allora sindaco.

Igor ha lavorato come avvocato al “Grand Cafe” e si sono incontrati lì quando Siniša era incaricato delle trattative per la vendita di quella società. Isailović era all’inizio della sua carriera in quel momento e Siniša lo ha preso sotto la sua protezione e lui ha fondato una società propria.

Come ha rivelato il portale “Raskrikavanje”, Isailović ha registrato una società che ha acquistato “Večernje novosti” per 2,5 milioni di euro e il cui proprietario è l’uomo d’affari Boban Rajić di Smederevo. Quando Rajić era il direttore della società “Dunav”, Isailović controllava il suo lavoro come membro del consiglio di sorveglianza.

Photo credits: “advokatskakancelarija.com”

Ko je Isailović, advokat Siniše Malog koji kupuje sve po BG

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... BIRN, business, Igor Isailovic, KRIK
KRIK: “Non è chiaro come il giudice Zoran Savic possa avere così tante proprietà in Serbia”

Si discute sui dati reali dei morti per coronavirus in Serbia

Chiudi