CE: Per la Serbia si prevedono investimenti solidi e crescita economica dinamica

La Commissione europea nel suo nuovo rapporto economico ha stimato che la prospettiva dell’economia serba rimarrà forte e che si aspetta una crescita continua. La CE stima inoltre che un significativo rallentamento o l’arresto delle importanti riforme strutturali potrebbe influenzare negativamente sulla fiducia degli investitori.

Nel rapporto economico d’autunno, la Commissione segnala che la crescita economica della Serbia ha accelerato di quasi 5% nella prima metà del 2018.

Nel rapporto si stima inoltre che quest’anno la crescita economica della Serbia raggiunga il 4,1% e nei due anni successivi il 3,8%. La disoccupazione ora è del 13,1%, nel prossimo dovrebbe essere attorno al 12% e si prevede che nel 2020 scenda al 10,9%.

Si prevede che gli investimenti rimangano solidi e la spesa interna riceva un ulteriore impulso dall’aumento dell’occupazione e dei profitti, e che le condizioni finanziarie e la politica fiscale sostengano la crescita.

La crescita dell’economia potrebbe portare ulteriori guadagni in termini di occupazione e la disoccupazione potrebbe scendere a liveli più bassi degli ultimi decenni, scrive il rapporto, avvertendo che questo con uno sviluppo negativo del commercio potrebbe portare ad un’inflazione del 3%.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

La Commissione europea, tuttavia, avverte che un rallentamento significativo o l’arresto delle importanti riforme strutturali potrebbero influenzare negativamente la fiducia degli investitori, così come fattori negativi esterni dovuti al commercio internazionale e alle tensioni geopolitiche potrebbero ostacolare le tendenze positive. La forte domanda interna e il peggioramento delle condizioni per il commercio possono tuttavia gonfiare l’inflazione e portare a squilibri esterni.

La dinamica del commercio estero è forte, sebbene ci sia una diminuzione della crescita sia delle importazioni che delle esportazioni e si prevede un’ulteriore riduzione delle esportazioni a causa della possibile diminuzione della domanda da parte dell’Unione europea.

La Commissione europea afferma che la crescita in Serbia è registrata in quasi tutti i settori. Nel settore delle costruzioni, la crescita è stata superiore al 20%, e la buona stagione agricola ha incoraggiato il settore a crescere fino a due cifre.

Il rapporto della CE afferma che con l’attuale politica di bilancio equilibrata, il debito pubblico della Serbia potrebbe avvicinarsi al 50% del PIL entro la fine del 2020.

https://novaekonomija.rs/vesti/vesti-iz-zemlje/ek-o%C4%8Dekuju-se-solidne-investicije-i-nastavak-dinami%C4%8Dnog-rasta-srpske-privrede?fbclid=IwAR0m4UyodZdk4Umd2PjSBtajmcluOoDx9umHCEkeKUKe38zmmD5Nh-blpm0

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... Commissione Europea, debito pubblico, PIL, Rapporto economico d'autunno
stipendi
Previsione: 50 miliardi di Investimenti Esteri Diretti in Serbia entro il 2030

Il FMI aumenta le previsioni di crescita della Serbia al 4% per il 2018

Chiudi