Caos ieri al confine con la Grecia; in tarda serata “liberati” i turisti serbi che possono ora raggiungere il mare

Alcuni cittadini serbi che si erano messi in macchina ieri per raggiungere la Grecia attraverso la Bulgaria, hanno riferito di essere stati respinti al confine dove sono stati informati che sarebbero potuti entrare nel Paese ellenico solo dal 1° luglio.

“Siamo partiti verso la Grecia attraverso la Bulgaria, abbiamo attraversato la Bulgaria abbastanza normalmente, non appena siamo arrivati ​​al confine con la Grecia ci hanno fermato, hanno preso i nostri documenti e ci hanno detto di spostarci. Ci sono una cinquantina di persone qui con le loro famiglie; ci sono anche bambini piccoli, hanno detto che non possiamo passare perché in Serbia, a Belgrado, il numero di persone infette è aumentato nelle ultime ore e non accetteranno i cittadini serbi fino al 1° luglio”, ha riferito Dragana Bjelic, cittadina serba.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Un altro serbo, Igor Milovanović, ha contattato la redazione del giornale “N1” via e-mail, affermando che nonostante le informazioni delle autorità governative che il confine greco sarebbe stato aperto ai cittadini serbi dal 15 giugno, circa 200 persone sono state respinte al confine greco-bulgaro ieri mattina.

“Siamo sempre più numerosi, le persone sono disperate”, ha riferito Milovanovic.

Va ricordato che al consolato serbo di Salonicco era stato precedentemente comunicato che il valico “Evzoni” dalla Macedonia del Nord sarebbe stato chiuso fino al 1° luglio, mentre nel frattempo si è appreso che ai cittadini serbi era stato vietato l’ingresso in Grecia anche attraverso la Bulgaria.

Il governo greco, a seguito di intensi colloqui diplomatici durati tutta la giornata, ha poi preso la decisione nella tarda serata di ieri di consentire l’attraversamento del confine ai cittadini della Serbia tra Bulgaria e Grecia.

Il governo serbo dovrebbe ricevere il documento oggi che garantirebbe a tutti i cittadini del Paese il regolare passaggio del confine tra Bulgaria e Grecia.

Il console serbo ad Atene, Milan Vukosavljevic, ha affermato in tarda serata che i turisti serbi hanno già iniziato a attraversare i valichi di frontiera e si stanno dirigendo verso le destinazioni estive.

https://www.danas.rs/drustvo/ulazak-u-grcku-za-drzavljane-srbije-tek-od-1-jula/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top