In cantiere una legge sugli oneri parafiscali in Serbia

A prescindere dalle tasse, una società in Serbia deve anche pagare decine di oneri non fiscali e parafiscali ogni mese, o, in media, 66 spese amministrative locali per il rilascio dei vari permessi, avvisi e conformità ufficiali, oltre a numerose altre tasse locali.

Queste imposte parafiscali gravano sullo sviluppo imprenditoriale serbo ormai da anni. Al fine di affrontare il problema, il Ministero delle Finanze serbo ha annunciato l’adozione di una nuova legge che dovrebbe portare ordine e trasparenza in questo segmento.

Secondo quanto comunicato dal Ministero, la legge sarebbe attualmente in fase di elaborazione, con l’obiettivo di “regolare utilizzo razionale dei beni pubblici, istituire una tassa di registro unica, e ridurre il numero di spese parafiscali ad un livello ragionevole”.

Il progetto di legge dovrebbe essere completato entro la fine dell’anno.

Milenko Marjanovic, come titolare della struttura di ristorazione Sumarice a Kragujevac, in cui sono assunti 120 dipendenti, deve mettere da parte, ogni mese, 33.000 euro per vari oneri fiscali e non fiscali: “pago le tasse regolarmente, ovviamente, e poi ci sono vari diritti e le tasse che sono semplicemente un peso per le nostre operazioni”. Le strutture di ristorazione hanno più di 50 oneri non fiscali da pagare, e questo numero varia da comune a comune.

Gli oneri parafiscali comprendono tutti i pagamenti che i cittadini e le imprese pagano allo Stato, senza ottenere alcun diritto, servizio o merce in cambio, o, piuttosto, quanto ottenuto in cambio è sproporzionatamente piccolo. Lo studio sugli oneri parafiscali, elaborato NALED in collaborazione con il progetto USAID BEP, ha identificato 371 oneri non fiscali, 179 dei quali sono oneri parafiscali.

(N1, 01.02.2017)

http://rs.n1info.com/a225026/Biznis/Zasto-vlasti-izbegavaju-resavanje-parafiskalnih-nameta.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top