Cambi ai vertici della polizia

Il governo ha deciso di sostituire tutti i massimi dirigenti degli uffici della polizia per gli insoddisfacenti risultati nella lotta ai cartelli della droga.

Venerdì pomeriggio Vucic ha annunciato la rimozione dei responsabili di cinque dipartimenti (polizia, polizia criminale, polizia di frontiera. sicurezza e polizia stradale), che saranno temporaneamente sostituiti dai loro vice. L’unico che rimane al proprio posto è il capo della polizia, Milorad Veljovic, visto che è stato scelto tramite concorso.

I provvedimenti sono da ricollegarsi alle accuse del boss del narcotraffico Darko Saric, il quale ha accusato il capo della polizia criminale, il generale Rodoljub Milovic, di essere il misterioso “Papaja” che, a fronte di varie dazioni di denaro per un totale di 7,4 milioni di euro, avrebbe favorito per anni la sua latitanza.

Milovic giovedì scorso si è volontariamente sottoposto alla prova della macchina della verità, dalla quale non sono risultate reazioni psicofisiche che potessero indicare affermazioni false.

Vucic si è dichiarato insoddisfatto dell’impegno nella lotta contro il traffico di droga: “Ho richiesto i risultati della lotta ai cartelli dello spaccio, ma questi dirigenti hanno tentato di parlarmi di affari interni”. Il premier ha spiegato che la decisione è stata presa in accordo con il ministro degli interni e con il direttore della polizia, dopo una riunione in mattinata, in cui i presidente Nikolic aveva richiesto al governo le rimozioni che sono poi state messe in atto. Vucic ha aggiunto di augurarsi che questa decisione “serva da lezione” agli altri.

(b92.net, 20.06.2014)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top