Calo dei prezzi al metro quadrato in Serbia dopo il virus?

Il primo e più forte colpo della pandemia è stato avvertito nel settore della ristorazione e del turismo, ma molte altre attività hanno subito importanti interruzioni o cali degli scambi commerciali. Questo è accaduto per esempio nell’area delle vendite e degli acquisti immobiliari.

Secondo coloro che lavorano in questo settore da molto tempo, la situazione dei due mesi precedenti è stata completamente diversa da quella a cui sono abituati, poiché l’attività si è fermata quasi completamente e molte agenzie hanno chiuso i battenti.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Negli ultimi giorni le cose stanno cambiando in meglio, si lavora di nuovo, anche se sono visibili le conseguenze del periodo precedente. Il mercato migliorerà gradualmente, anche se quanto velocemente dipenderà da molti fattori, principalmente dall’interesse degli acquirenti e dall’offerta di beni immobili. Tuttavia, ci si può aspettare una stabilizzazione a fine maggio o, più probabilmente, a giugno.

Per quanto riguarda i prezzi, per ora non si prevedono grandi differenze rispetto al periodo precedente, ma è possibile che, da una città all’altra, e in base all’offerta e al numero di acquirenti, i prezzi siano leggermente inferiori.

Secondo il proprietario dell’agenzia immobiliare “Bomil” di Novi Sad, Bojan Miljanovic, che esiste da 25 anni, non è mai successo nulla di simile alla situazione attuale:

“Praticamente c’è stata una pausa totale sul mercato immobiliare dalla metà di marzo, e abbiamo iniziato a lavorare di nuovo solo alla fine di aprile” ha affermato.

Aggiunge che il mercato si sta lentamente svegliando, ma si è ancora in una fase di riesame.

Lo stesso sottolinea inoltre che, sebbene non si possa ancora dire con certezza, è possibile che i prezzi al metro quadrato a Novi Sad siano leggermente inferiori, tra il 10 e il 20%, rispetto a quelli validi fino a metà marzo.

“Il prezzo al metro quadrato degli immobili dipende da una serie di fattori. Fino alla metà di marzo a Novi Sad, il prezzo di un metro quadrato di un appartamento in un nuovo edificio era di circa 850 euro in periferia, fino a circa 2.000 euro al metro quadro nelle posizioni più interessanti del centro. Sebbene molti pensassero che fosse molto, la vendita è proseguita senza grossi problemi. Dopo questa pausa, vedremo come reagirà il mercato. Per ora, non ci sono molti acquirenti e, a quanto pare, i venditori sono pronti ad offrire immobili a prezzi leggermente inferiori”.

Anche a Subotica, secondo le parole del direttore dell’agenzia “Kastor”, Zeljko Maravic, è difficile prevedere cosa accadrà con il prezzo degli immobili, ma è certo che tutto dipenderà dall’interesse degli acquirenti.

Maravić sottolinea inoltre che nel periodo passato i lavori finiti ora sono iniziati a marzo e aprile, il che ha aiutato a superare l’interruzione dell’attività e che anche l’aiuto dello Stato, destinato all’economia, contribuirà sicuramente a un rilancio.

https://www.srbijadanas.com/biz/vesti/da-li-se-srpsko-trzste-nekretnina-polako-budi-cene-stanova-u-blagom-padu-2020-05-10

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in mercato immobiliare, metro quadrato, Novi Sad
ikea a belgrado
Riapre oggi l’IKEA a Belgrado

Belgrado-Novi Sad saranno collegate da un treno veloce

Close