Buoni, ma non impressionanti, i risultati del governo nell’ultimo anno di pandemia

Gli economisti in Serbia hanno valutato che alcuni dei risultati che il governo della Serbia ha ottenuto in un anno di lavoro durante la pandemia sono buoni, ma non impressionanti come si vuol far credere. La Premier Ana Brnabić ha dichiarato che “sono stati raggiunti risultati impressionanti in circostanze difficili” nel settore della lotta alla pandemia (salute), della lotta alla criminalità organizzata, dell’integrazione europea e dell’economia.

Ljubodrag Savić, professore presso la Facoltà di Economia di Belgrado, sottolinea che il governo della Serbia ha ottenuto più di quanto si aspettasse in circostanze difficili e ha fatto bene, ma i risultati sono tutt’altro che impressionanti perché nessun Paese al mondo ci è riuscito.

“Il governo è riuscito a stanziare un pacchetto di aiuti all’economia e ai cittadini nella misura del 14% del prodotto interno lordo (PIL) dal bilancio in due anni e il debito pubblico non supera ancora il 60% del PIL. Stiamo attraversando la pandemia molto meglio di Paesi più organizzati”, ha detto Savic. Secondo lui, anche gli investimenti pubblici sono aumentati di circa il 6-7% e hanno raggiunto circa il 23% del PIL, meno che nei Paesi dell’Europa centrale e orientale, dove vanno dal 25 al 28% del PIL.

L’esperto ha sottolineato che la costruzione di strade è una “grande cosa” perché la Serbia è un collo di bottiglia per quanto riguarda il traffico ferroviario e stradale, ma non capisce come mai le società nazionali non partecipino più alla costruzione e ci siano ritardi nella costruzione di alcuni sezioni dovuti a problemi nelle documentazioni dei progetti ed espropri.

Il professore Goran Radosavljevic ha affermato invece che non sono stati raggiunti risultati nella lotta alla pandemia, alla criminalità organizzata e all’integrazione europea e che alcuni risultati sono stati raggiunti nell’economia, ma la questione è quanto siano sostenibili.

“Non ci sono risultati nella lotta al coronavirus poiché la mortalità dei cittadini è alta, e nella lotta alla criminalità organizzata la situazione non è mai stata peggiore; il Presidente Aleksandar Vučić difende un sospetto nella coltivazione di marijuana, dice che ci sono continue intercettazioni su di lui e tentativi di farlo fuori, senza un epilogo”.

Ekonomisti: Vlada Srbije postigla izvesne dobre rezultate, ali nisu impresivni

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top