Brnabic: “La Serbia ha più successo contro la pandemia rispetto ai Paesi con la migliore assistenza sanitaria”

La Prima Ministra serba, Ana Brnabić, ha dichiarato che la Serbia sta combattendo con maggior successo contro la pandemia rispetto a Paesi europei che hanno sistemi sanitari migliori, facendo riferimento a un rapporto di un centro di ricerche svedese.

In una conferenza stampa a Belgrado, la Brnabic ha dichiarato che, secondo quel rapporto (Euro health consumer index – EHCI) del 2019, la Serbia si colloca al 18° posto in Europa in termini di sistema sanitario ma comunque sta affrontando l’epidemia meglio di Svizzera, Paesi Bassi, Danimarca e Belgio, che sono tra i primi cinque Paesi della lista.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

La Premier lo ha sottolineato commentando il fatto che un gruppo di oltre 1.200 medici serbi ha condannato la “catastrofe sanitaria” in corso in Serbia e ha invitato il governo a cambiare la sua Unità di crisi (con una petizione) a causa del “preoccupante balzo della pandemia”.

“E questo è (il successo della Serbia nella lotta contro l’epidemia) grazie a ciò che i nostri esperti ci hanno consigliato ed è così che abbiamo combattuto. Capisco i firmatari che sono frustrati, e chi non lo è oggi … Il sistema sanitario della Serbia è sull’orlo del collasso, e tu firmi una petizione…ma quale sistema sanitario non è sull’orlo del collasso?” si è chiesta la Brnabic.

Ha sottolineato che la Serbia sta sostenendo un’eccellente lotta “contro una cosa che il mondo non vede dalla seconda guerra mondiale”.

L’EHCI è una ricerca che il Centro analitico svedese “Health Consumer Powerhouse” conduce dal 2005. Sul sito web l’ultimo rapporto è relativo al 2018. L’EHCI valuta le prestazioni dei sistemi sanitari pubblici in 35 Paesi e tra i 46 indicatori che classifica ci sono i diritti dei pazienti e le informazioni, l’accesso alle cure, i risultati dei trattamenti, la gamma e la disponibilità dei servizi sanitari, la prevenzione e l’uso di medicine.

Nelle ultime 24 ore in Serbia, altre nove persone sono morte per le conseguenze del coronavirus, in totale 508. Il virus è stato registrato in altre 412 persone e ci sono 185 pazienti attaccati ai respiratori.

https://www.danas.rs/drustvo/brnabic-srbija-uspesnija-protiv-pandemije-nego-zemlje-s-najboljim-zdravstvom/

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Ana Brnabic, coronavirus, Euro health consumer index – EHCI
UE
Sembra in crescita il sostegno dei cittadini all’entrata della Serbia nell’UE

Da oggi ai cittadini della Serbia vietata anche la Spagna

Close