Brnabic: “Industria creativa settore in più rapida crescita”

Alla conferenza di Belgrado, “Serbia creativa: il futuro è creativo”, il primo ministro serbo Ana Brnabic ha annunciato nel discorso di oggi l’importanza dell’ assistenza sistemica per lo sviluppo dell’ l’industria creativa come settore in più rapida crescita nel paese”.
“É il momento di aiutare sistematicamente lo sviluppo del settore creativo al fine di aumentare la competitività della nostra economia, che si andrà a riflettere sull’aumento dell’occupazione, e dei posti di lavoro meglio retribuiti, che è in cima alle priorità del governo”, ha detto.
Ha annunciato la creazione di un piano d’azione, per sostenere lo sviluppo di industrie creative che nei prossimi giorni lancerà anche il suo consiglio.
Uno dei vantaggi più importanti di un’industria creativa, che comprende l’arte e altre aree basate sullo sviluppo intellettuale, che Brnabić ha valutato, è di “tenere le persone in Serbia”, quindi le persone che se ne sono andate possono tornare, e gli stranieri possono aprire le imprese in Serbia.”L’industria creativa”, ha proseguito, può contribuire allo sviluppo del turismo e al “rebranding della Serbia” come “creativo e innovativo”.
“La mia missione è coltivare e sviluppare l’industria creativa attraverso progetti strategici che consentiranno all’immagine della Serbia nel mondo di essere legata all’innovazione, al genio e alla creatività”, ha detto Brnabic.
Ha ricordato che le sue priorità sono la digitalizzazione e l’istruzione, motivo per cui lo stato è dedicato allo sviluppo della scienza, e alla creazione di condizioni migliori per la ricerca scientifica.
“Il governo serbo ha già definito il budget e ha annunciato una competizione che includerà 1.000 tra i migliori studenti coinvolti in progetti di ricerca scientifica finanziati dallo stato”, ha detto il primo ministro, e ha annunciato l’istituzione di un fondo scientifico entro la fine dell’anno.
Brnabic ha detto che un gruppo di numerosi scienziati e innovatori provenienti dalla Serbia, residenti all’estero, sono pronti a collaborare con le istituzioni di ricerca scientifica in Serbia.
Secondo un’analisi della Banca Mondiale, in Serbia l’industria creativa impiega più di 100.000 persone, di cui quasi il 70% ha tra i 25 ei 44 anni, la metà è altamente istruita, ed è presente un gran numero di donne. Questo settore con 31.835 aziende nel 2016, ha registrato una crescita stabile del 4,6% annuo negli ultimi tre anni e ha generato un fatturato di 4,7 miliardi di euro, pari al 13,5% del PIL della Serbia.

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top