Brnabic: Djilas non è in grado di gestire Belgrado

La PM serba, Ana Brnabic, ha commentato la candidatura dell’ex sindaco di Belgrado, Dragan Djilas, alle elezioni per la capitale che si terranno a marzo 2018, sostenendo che Djilas avrebbe già dimostrato di non essere in grado di gestire correttamente Belgrado.

“Djilas non possiede una comprensione dei diritti delle minoranze o i suoi obblighi legali. È contro il Pride Parade. Ha diritto alla sua opinione personale, ma un sindaco dovrebbe cooperare con gli organismi statali competenti nel fornire le condizioni per garantire la sicurezza ai partecipanti della Parade”, ha dichiarato Brnabić in un’intervista per il settimanale Nedeljnik.

Brnabic ha aggiunto che Djilas avrebbe suggerito alla comunità LGBT di fare qualsiasi cosa stessero facendo “nella privacy della propria casa”, il che dimostra che “non rappresenta lo spirito libero di Belgrado”.

“Ora ha cambiato la sua storia dicendo che ha avuto un’eccellente collaborazione con la comunità LGBT perché ha agevolato l’apertura di rifugi. Penso che questo sia offensivo. Il messaggio qui è “se non puoi essere chi sei nella privacy della tua casa, ti darò un’altra casa per farlo”. Questo è lo stesso messaggio che ha inviato ai Rom “, ha aggiunto la Premier.

Invitata ad esprimere la propria opinione sul Presidente del Movimento dei Cittadini Liberi, Sasa Jankovic, il Primo Ministro ha affermato di non aver ancora sentito da lui una seria opinione sullo stato o sulle minoranze nazionali.

“Il Presidente del Movimento dei Liberi Cittadini ha dichiarato che preferisce l’onestà Djilas che avere il Pride. La libertà dei movimenti e dei diritti umani sono garantiti dalla Costituzione serba. Quello succede esercitando una politica antidiscriminatoria? Jankovic dovrebbe cambiare il nome del suo movimento”, ha commentato Brnabic.

Inoltre, secondo la Premier, Vuk Jeremic rappresenterebbe una politica completamente opposta a quella da lei promossa. Per quanto riguarda il capo del movimento Dveri, Bosko Obradovic, la Prima Ministra ha affermato di non considerarlo un politico serio.

Per quanto riguarda il capo del Partito radicale serbo, Vojislav Seselj, ha dichiarato di nutrire rispetto nei suoi confronti, perché “sai sempre qual è la sua posizione”.

(Beta, 28.12.2017)

https://beta.rs/vesti/politika-vesti-srbija/80792-ana-brnabic-djilas-ne-moze-na-pravi-nacin-da-vodi-beograd

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top