BIRODI: “Vučić rappresentato solo in modo positivo nelle tv a frequenza nazionale”

Il Presidente della Serbia, Aleksandar Vučić, nel periodo dal 1° dicembre 2020 al 31 gennaio 2021, è stato rappresentato positivamente nei telegiornali con frequenza nazionale ben l’82,6% delle volte, mentre un contesto negativo non si menziona affatto, riporta la ricerca sociale dell’ufficio “BIRODI”.

Come mostra l’ultima ricerca “BIRODI”, negli spettacoli informativi centrali su “RTS, Pink, TV Prva, B92, Happy e N1” nel periodo dal 1° dicembre 2020 al 31 gennaio 2021, Vučić è stato presentato positivamente nell’82,6% delle volte, nel 12,3% in modo neutro e solo al 5,1% in modo negativo. La percentuale positiva più alta è rappresentata da “Pink TV” con ben il 97,7%, seguita da “RTS” con il 91,1%, “TV Prva e B92” con il 91%, “Happy” con il 90%, mentre su “N1” è stato presentato in tono positivo al 7,8%.

Se si guarda all’immagine negativa, è pari allo 0% su tutte e cinque le emittenti televisive con frequenza nazionale, mentre su “N1” questa percentuale è del 37,8%.

Durante questo periodo, il Presidente della Serbia ha parlato principalmente di temi legati al coronavirus (23,7%), politica estera (11,8%), esercito e polizia (10,3%), infrastrutture (8,6%), economia e investimenti esteri (8,2%).

È interessante che il Presidente di un Paese candidato all’adesione all’Unione Europea abbia parlato di integrazione europea solo l’1,4%, quasi quanto di sport (1,1%). Vučić ha parlato anche meno dell’istruzione e dell’amministrazione statale e del settore pubblico con lo 0%, e di cultura con lo 0,4%.

Il direttore esecutivo dell’Ufficio per la ricerca sociale (BIRODI), Zoran Gavrilović, afferma per il portale “Nova.rs” che è ovvio che si è entrati nella campagna presidenziale.

“Questi risultati mostrano che cinque televisioni con frequenza nazionale sono diventate solo uno strumento di propaganda del Presidente della Serbia”. Esiste l’obbligo del REM di reagire, perché tali dati violano il diritto dei cittadini garantito dall’articolo 51 della Costituzione serba a un’informazione obiettiva, tempestiva e accurata, e violano la Legge sull’Informazione Pubblica, articolo 15″, conclude Gavrilović.

BIRODI: Vučiću nula minuta kritike na televizijama sa nacionalnom frekvencijom

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Aleksandar Vucic, N1, Pink, RTS
Per la Serbia la pandemia è diventata una grande opportunità geopolitica

La Serbia tra i Paesi più poveri d’Europa

Chiudi