BIRN: “EPS gallina dalle uova d’oro per le imprese legate al partito SNS”

Le società “Južna Bačka” ed “Elektromontaža”, attualmente gestite da un finanziatore che aveva aiutato il Partito progressivo serbo a salire al potere, hanno moltiplicato i loro ricavi grazie agli affari con lo Stato negli ultimi anni, principalmente con la società “Elektroprivreda Srbije” (EPS), rivela un’analisi di “BIRN”.

Nel 2019, la società “Južna Bačka” ha raccolto 6,8 miliardi di dinari in transazioni con lo Stato, ovvero oltre 58 milioni di euro, di cui 6 miliardi in appalti condotti dalla “EPS”. Questo è 8 volte di più rispetto al 2010, quando la società aveva guadagnato 792 milioni di dinari in affari con lo Stato, ovvero poco più di 6 milioni di euro.

Il proprietario della “Južna Bačka”, Dragoljub Zbiljić, è stato l’unico garante del prestito di mezzo milione di euro, preso dal partito “SNS” nel 2012 all’opposizione, per la campagna elettorale.

Da febbraio 2021, Dragoljub Zbiljić è diventato anche proprietario di “Elektromontaža”, società di Kraljevo, che negli ultimi anni ha stretto accordi significativi con la “Elektroprivreda Srbije”.

Nel 2010, questa azienda ha guadagnato quasi 358 milioni di dinari (3 milioni di euro) in affari con lo Stato e nel 2019 quasi 3 miliardi di dinari (quasi 27 milioni di euro), 9 volte di più. Di quei tre miliardi, due e mezzo sono stati fatti grazie alla “EPS”.

Zbiljic ha rilevato l’azienda da Nenad Kovac, per lungo tempo partner commerciale di Nikola Petrovic, un funzionario del partito “SNS” e un caro amico del Presidente Aleksandar Vucic.

Gli esperti di energia interpretano questi dati come una sorta di cartelizzazione, e un monopolio di mercato, in cui queste due società si sono divise l’intero mercato delle infrastrutture e i lavori più redditizi. Entrambe le società riuniscono un gran numero di subappaltatori, che lavorano per loro.

Uno dei motivi per favorire “Južna Bačka ed Elektromontaža” e la loro vertiginosa ascesa, deve essere ricercato nella vicinanza e nei legami di queste società con il Partito progressivo serbo al governo.

L’aumento dei ricavi grazie agli affari con lo Stato potrebbe essere giustificato se venisse migliorata la qualità dei servizi o l’efficienza, ma l’analisi dei dati della Pubblica amministrazione indica che l’enorme aumento dei profitti ha fatto calare il numero delle aziende concorrenti.

https://www.danas.rs/ekonomija/birn-eps-zlatna-koka-za-sns-firme/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Elektromontaza, EPS, Juzna Backa
Le centrali termoelettriche serbe mettono in pericolo la salute e l’ambiente dell’Europa

Tepic: “Si prepara la privatizzazione dell’EPS”

Chiudi