BERS: emesse obbligazioni per 2.5 mld di dinari a sostegno dell’economia locale

La Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) ha emesso obbligazioni per un controvalore di 2.5 miliardi di dinari, mentre la domanda era stata inoltrata per la cifra di quattro miliardi di dinari: è quanto hanno appreso i giornalisti convocati in una conferenza stampa organizzata presso la Banca Nazionale di Serbia (NBS).

Zoran Petrovic, presidente del Consiglio Esecutivo di Banca Raiffeisen, uno dei sottoscrittori per le obbligazioni, ha detto che la banca accetterebbe di acquistare l’intera emissione se non ci fosse alcun interesse, e, se questo eccedesse il valore dell’emissione, ne comprerebbe una parte considerevole.

I titoli denominati non saranno disponibili per la popolazione, ma solo per le banche professioniste in investimenti, fondi pensione e assicuratori. Il denaro raccolto in questo modo verrà utilizzato per fornire prestiti alle aziende e autonomie locali.

Le obbligazioni sono dovute in tre anni, con un tasso di interesse variabile che si basa sul tasso Libor BBA o su di un tasso di interesse di riferimento in dinari sul mercato interbancario serbo, oltre a 0,4 punti percentuali.

Il Governatore della Banca centrale, Jorgovanka Tabakovic, ha spiegato che i colloqui su un prestito obbligazionario in valuta locale erano iniziati nel lontano 2005, ma che solo recentemente si sono create le condizioni per la sua realizzazione effettiva.

(Beta, 06.12.2016)

http://beta.rs/en/47942-ebrds-rsd2-5bn-bond-issue-to-support-local-economy

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in autonomie locali, BERS, Jorgovanka Tabakovic
Bank of China attiva in Serbia dal 2017

BERS: crescita del PIL in Serbia al 2,5% nel 2016

Close