Belgrado vuole l’arbitraggio a causa delle tasse di Pristina

La Serbia sta valutando di ricorrere ad un arbitraggio presso la CEFTA a causa dell’introduzione di Pristina della tassa del 100% sui prodotti dalla Serbia, ha confermato oggi la Prima Ministra Ana Brnabic.

“Questo è l’unico modo per proteggere i nostri interessi”, ha detto la Brnabic, rispondendo alla domanda del giornalista del Kosovo se è vero che la Serbia intende ricorrere ad un arbitraggio internazionale per accusare il Kosovo dell’imposizione delle tasse sui prodotti serbi.

Ana Brnabic ha aggiunto che la Serbia ha chiesto al Segretariato del CEFTA di ritirare le tasse, ma ciò non è successo. La prima ministra ha dichiarato che a tal proposito non si è tenuta nessuna riunione e che il sucessivo incontro CEFTA era stato programmato a Pristina.

“Noi ci eravamo presentati, ma la delegazione di Pristina ha lasciato la riunione e così non si più è tenuta”, ha ricordato la ministra.

Ana Brnabic sottolinea che più volte sia Bruxelles, che i singoli paesi dell’UE e degli Stati Uniti, così come le Nazioni Unite e l’UNMIK, hanno detto a voce alta e in modo chiaro che si tratta di una violazione dell’accordo CEFTA e ASA, firmati entrambi da Pristina.

“Abbiamo chiesto a Pristina di cessare con la violazione del CEFTA e di ritirare le tasse, ma ciò non è accaduto”, ha detto la ministra aggiungendo che ora sta prendendo in considerazione l’avvio dell’arbitraggio.

Brnabic ha sottolineato che chiunque non rispetti gli accordi firmati dovrebbe avere conseguenze ai sensi dei trattati.

Il giornale “Vecernje Novosti” riporta che questa opzione è sul tavolo del 25 febbraio, quando sono scaduti i 90 giorni da quando il governo della Serbia ha inviato una richiesta ufficiale al segretariato del CEFTA di tenere consultazioni dirette nell’ambito del comitato misto.

“Oltre agli esperti legali nazionali, gli esperti stranieri sono stati consultati affinché Belgrado, nel caso in cui decidesse di entrare in arbitraggio, preparasse bene la propria strategia”, ha detto il giornale.

http://mondo.rs/a1177257/Info/Srbija/Srbija-razmatra-pokretanje-arbitraze-zbog-taksi-iz-Pristine.html?fbclid=IwAR1svwOwpAcM_cqXOOXaliU8cNESsSb5t697ctrtm9LYEZsQ2BA6Ck2LRQw

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top