A Belgrado in corso la 39° Fiera Internazionale del Turismo

La 39° Fiera Internazionale del Turismo è stata inaugurata a Belgrado. La fiera, che ospita 1.100 espositori provenienti da 56 paesi, tra cui Cina, Russia e India, sarà aperta fino al 26 febbraio.

La Fiera Internazionale del Turismo è stata ufficialmente inaugurata con la proiezione di un video clip “52 weekend in Serbia”, realizzato dall’Ufficio del Turismo serbo allo scopo di rappresentare al meglio l’offerta turistica del paese. La proiezione è stata seguita da un intervento del Ministro serbo delle Telecomunicazioni, del Commercio e del Turismo, Rasim Ljajic, il quale ha sottolineato l’importanza di ospitare per la prima volta Cina e Russia alla Fiera.

Lo slogan ufficiale della Fiera di quest’anno è “Enjoy on Time”. Numerose agenzie di viaggio, associazioni e organizzazioni, alberghi, stazioni di montagna, terme, le città, regioni, compagnie aeree e tour operator internazionali presenteranno i loro servizi presso la 39° Fiera Internazionale del Turismo, il cui spazio espositivo si estende su 30.000 metri quadrati.

I visitatori avranno inoltre la possibilità di prenotare vacanze a prezzi ridotti tra il 5% e il 50%.

Altri tre eventi turistici sono in programma nello stesso momento: la 13° Fiera Internazionale HORECA, l’8° Fiera del Vino BeoWine, e la 13°Fiera dei Souvenir “Visitare la Serbia”.

La 39° Fiera Internazionale del Turismo è aperta oggi e domani, dalle 10:00 alle 19:00, e si concluderà domenica, alle ore 17:00. Il biglietto d’ingresso per visite individuali è di 300 dinari e di 200 dinari per visite di gruppo.

(eKapija, 23.02.2017)

http://www.ekapija.com/website/sr/page/1678306/Me%C4%91unarodni-sajam-turizma-u-Beogradu-otvoren-do-26-februara-Po-prvi-put-u%C4%8Destvuju-Kina-i-Rusija

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... Belgrado, fiera
Jean Butler porta la danza irlandese a Belgrado

IKEA: un futuro in costruzione a Belgrado e in est Europa

Chiudi