Belgrado ancora tra le capitali più inquinate al mondo

Oltre al coronavirus, c’è un altro problema per cui si dovrebbe indossare la mascherina: sabato sera la capitale della Serbia era decima al mondo per inquinamento atmosferico, e ieri la situazione era ancora peggiore essendo passata al quinto posto al mondo come la capitale più inquinata in Europa, secondo la lista di “Air Visual”.

Ieri il livello di inquinamento atmosferico era pericoloso per i gruppi vulnerabili, soprattutto nel punto di misurazione del centro storico; i gruppi vulnerabili potevano sentirne le conseguenze, attraverso un peggioramento delle malattie esistenti.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

I consigli come al solito: i bambini e gli adulti fisicamente attivi, e le persone con malattie cardiache e respiratorie come l’asma, dovrebbero evitare di stare all’aperto per molto tempo. In particolare i bambini, dovrebbero limitare la loro permanenza all’aperto, ed è necessario ridurre le attività che sono accompagnate da una respirazione rapida e profonda.

Oltre a Belgrado, dove sono state registrate percentuali alte di particelle di PM 2.5, un inquinamento forte è stato registrato anche a Novi Sad, Smederevo, Sombor, così come a Valjevo, anche se in misura minore.

Uno dei motivi potrebbe essere l’arrivo delle giornate fredde e l’uso massiccio di legna e carbone per il riscaldamento, che sono considerati uno dei principali responsabili dell’inquinamento atmosferico.

Ciò che è ancora più preoccupante ora è che Belgrado è di nuovo nella lista nera del sito “Air Visual”. Vale a dire, la capitale serba è attualmente al 5° posto al mondo in termini di inquinamento atmosferico.

La più inquinata è attualmente la capitale del Bangladesh, Dhaka, poi New Delhi in India, e davanti a Belgrado si trovano anche la capitale del Kazakistan, Nur Sultan, e Ulan Bator, capitale della Mongolia.

https://www.blic.rs/vesti/drustvo/beograd-trenutno-najzagadjenija-prestonica-u-evropi-a-u-svetu-smo-na-petom-mestu-kome/6hvgnpt

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Air Visual, Belgrado, Inquinamento
metropolitana
Una società francese e una cinese per la costruzione della metro di Belgrado

Intensificati i controlli sull’uso delle maschere nei mezzi pubblici

Close