Banca Mondiale. Economia serba in ripresa

La direttrice della Banca Mondiale per l’Europa sud-orientale, Ellen Goldstein, ha dichiarato che la Serbia è entrata in una fase di ripresa economica, ma che, al fine di velocizzare il processo di crescita, è necessario concentrarsi sulla riforma delle aziende pubbliche.

“Per velocizzare la crescita e creare nuovi posti di lavoro è importante sia risolvere il problema dell’inefficenza del settore pubblico, sia potenziare le capacità del settore privato creando un ambiente favorevole per investimenti ed esportazioni”, ha detto Goldstein per la Radiotelevisione serba.

La Goldstein ha elogiato il progresso della Serbia ed ha ribadito che se due anni il deficit fiscale poteva dirsi fuori controllo allo stato attuale risulta più sostenibile, essendo ridotto della metà. 

“La Serbia è passato dalla recessione ad una fasi di crescita, causata dagli investimenti e dall’esportazione, il che rappresenta una novità rispetto agli anni precedenti”, ha detto la direttrice della Banca Mondiale per l’Europa sud-orientale.

La riforma delle aziende pubbliche dovrà essere più efficace nel prossimo periodo. La Goldstein ha indicato EPS come esempio negativo in cui all’ esubero di dipendenti corrisponde inefficienza aziendale. Per incentivare i ricavi, lo Stato deve quindi concentrarsi su questa azienda pubblica, nonchè sull’incremento degli investimenti e sul ridurre gli esuberi dei dipendenti. 

“Nessuno è diventato ricco isolandosi. I primi ministri dei paesi balcanici hanno raggiunto un accordo sul piano d’azione comune relativo al commercio e trasporto che elemina le barriere e rende più facile l’esportazione dei prodotti e servizi”, ha concluso infine la Goldstein, riferendosi inoltre alla necessaria collaborazione economica dei paesi dei Balcani occidentali .

(Politika, 29.06.2016.)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top