Avala Studios: “Il parco di Kosutnjak non verrà toccato”

La società “Avala Studios”, titolare del progetto “Avala Filmski Park”, ha annunciato che il piano di costruzione dei nuovi studi cinematografici non è nell’area in cui si trova il parco di Kosutnjak, che è e rimarrà di uso pubblico.

“L’opinione pubblica ha un’idea sbagliata e cioè che il nostro progetto si realizzerà nello spazio pubblico del parco di Kosutnjak. I belgradesi dovrebbero invece sapere che la loro area pic-nic preferita, il bosco di Kosutnjak, le piste da sci e per i slittini, non hanno nulla a che fare con il nostro progetto e non verranno toccati”, ha dichiarato Petar Dajko, direttore generale della “Avala Studios”.

La società “Avala Studios” ricorda che il progetto è previsto nell’area in cui si trovano attualmente gli studi di questa società, che è separata dal parco di Kosutnjak da una strada. Questo spazio non è mai stato di uso pubblico ed è stato trascurato a causa della mancanza di manutenzione.

L’investitore continua che con la costruzione di nuovi studi cinematografici e strutture di accompagnamento, i cittadini di Belgrado, oltre a investimenti per produzioni cinematografiche mondiali, otterranno 10 nuovi ettari di spazio pubblico da utilizzare.

E’ prevista anche la costruzione di una nuova scuola elementare, di due asili nido e di moderne strutture sportive; il progetto conserverà tutti gli alberi più preziosi, che saranno incorporati nel nuovo insieme e che, come affermato nella dichiarazione, saranno a disposizione di tutti.

L’annuncio afferma inoltre che il piano di regolamentazione dettagliata, sottoposto a ispezione pubblica, copre gli 86 ettari che sono stati determinati dall’Istituto per l’urbanistica.

“Questi 86 ettari si riferiscono alla parte su Banovo Brdo verso Cerak e Žarkovo, di fronte al quale c’è Košutnjak, cioè quella parte che non fa parte della zona protetta del bosco di Košutnjak. Il piano copre 86 ettari, mentre la parte attualmente utilizzata dagli ‘Avala Studios’ è intorno ai 40 ettari”, afferma l’investitore.

“La parte rimanente rimane la stessa e si riferisce a terreni boschivi di circa 7 ettari, terreni appartenenti alla Chiesa di San Luca, spazi e terreni utilizzati dalla “Kinoteka” per il suo archivio, locali e studi della Radio Televisione della Serbia, la Caserma dei pompieri, la Facoltà di educazione fisica, la “Zastava film” e altre strutture private”, aggiunge la nota.

Il progetto del “Filmski Park” è opera dell’architetto ceco Stanislav Fiale e il principale investitore è la società ceca “Sebre”.

Va ricordato che l’iniziativa per la difesa del parco di Kosutnjak è stata sottoscritta da oltre 50.000 cittadini nei giorni precedenti, mentre oltre 7000 obiezioni sono state presentate al piano di regolamentazione dettagliata.

http://rs.n1info.com/Biznis/a621840/Avala-Studios-Ne-gradimo-u-parku-Kosutnjak.html

Photo credits: “Avala Studios”

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top