Aumentato del 15%, in un mese, il prezzo dei generi alimentari in Serbia

I prezzi dei generi alimentari in Serbia, cibo e bevande analcoliche, sono aumentati del 15,7% in un mese e la povertà è in aumento, secondo gli ultimi dati ufficiali di marzo.

La Federazione dei sindacati indipendenti della Serbia (SSSS) afferma che il salario minimo non è più sufficiente a coprire il paniere minimo dei consumatori, poiché a gennaio era vicino ai 42.000 dinari. Il sindacato ritiene inoltre che, a causa dell’aumento dei prezzi dei generi alimentari e di altri costi, il minimo dovrebbe essere rideterminato due volte l’anno.

Le verdure sono aumentate di più, del 30,6%, caffè e tè del 23%, grassi e oli del 20,8% e la carne del 17,3%. L’aumento dei prezzi, ovviamente, ha influito anche sul paniere dei consumatori e sulla quantità necessaria di cibo. Secondo i calcoli del Ministero del Commercio, del Turismo e delle Telecomunicazioni, a marzo dello scorso anno la spesa alimentare nel paniere minimo per una famiglia di tre persone era di 16.860, mentre a gennaio di quest’anno di 19.198 dinari.

La “SSSS” afferma che si sta preparando un “paniere sindacale dei consumatori”, in cui sono necessari circa 50.000 dinari al mese per sfamare una famiglia di tre persone in Serbia. “Il salario minimo non è sufficiente a coprire il paniere minimo di consumo e l’aumento del minimo di quest’anno di circa il 9% è stato annullato dall’aumento dei prezzi dei generi alimentari. Un paniere minimo include un minimo di generi alimentari. Il paniere prevede che una famiglia di tre persone possa consumare 200 grammi di limone al mese, ovvero due grammi a persona al giorno. È anche difficile capire come 500 grammi di merluzzo al mese bastino per una famiglia. Pertanto, stiamo preparando un “paniere sindacale dei consumatori”, e pensiamo sia logico tornare alla pratica precedente quando il salario minimo era determinato 2 volte l’anno ed era valido per 6 mesi o che il minimo venga determinato a fine anno, quando tutti i dati sono noti”, ha affermato il vicepresidente della “SSSS”, Dusko Vukovic.

Vukovic ritiene che le parti sociali, il governo serbo, i sindacati e i datori di lavoro dovrebbero collaborare per trovare un modo per compensare l’aumento dei prezzi dei generi alimentari e degli altri costi. A proposito, il paniere minimo di consumo comprende generi alimentari di base come pane e dolci, frutta e verdura, carne fresca e lavorata e prodotti a base di carne, pesce, latte e latticini, uova, zucchero, sale da cucina, caffè, succhi di frutta, aceto…

http://www.mojnovisad.com/vesti/hrana-u-srbiji-poskupela-15-7-odsto-za-mesec-dana-siromastvo-sve-vece-id46579.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top