Aumentano i prezzi degli affitti a Belgrado e non solo; Novi Sad unica eccezione

Il prezzo dell’affitto degli appartamenti è aumentato a Belgrado dopo che le misure a causa della pandemia sono state allentate. I prezzi sono in aumento e il trend di crescita è stato registrato da febbraio di quest’anno. Gli esperti immobiliari affermano che la domanda di appartamenti è aumentata con l’allentamento delle misure e la più alta è stata a marzo, dall’inizio della primavera. Oggi, per affittare un appartamento a Belgrado, bisogna mettere da parte dai 200 ai 1.000 euro.

Il pagamento dell’affitto varia a seconda della parte della città in cui si vuole vivere. Più sei vicino al centro e ai luoghi più urbanizzati, più costoso è l’affitto. L’aumento dei prezzi è maggiore se la parte della città in cui si vuole vivere ha un parco giochi per bambini, un asilo, un mercato, un garage, un parcheggio.

Un monolocale o un appartamento con una camera da letto a Zemun, Mirjevo, Voždovac e nelle zone meno attraenti di Nuova Belgrado costa da 200 a 250 euro al mese. Nel blocco A a Nuova Belgrado, la stessa metratura di un appartamento costa fino a 100 euro in più.

Il più costoso è sicuramente il centro città, dove per vivere si dovrebbe mettere da parte un intero stipendio medio in Serbia. Un monolocale a Belgrado sull’acqua varia da 450 a 500 euro al mese.

Gli appartamenti più grandi costano due o tre volte di più. Il prezzo dell’affitto per questo tipo di appartamenti a Zemun è di circa 500 euro, a Nuova Belgrado 600, ad eccezione del blocco A, dove il prezzo dell’affitto varia da 900 a 1.000 euro.

La vita di una famiglia a “Beograd na vodi”, per un mese costerà da 4.500 euro in su. Un posto in un vecchio edificio a Vracar 600-700 euro, nella parte più sviluppata, da 700 a 900 euro.

L’aumento dei prezzi degli affitti è stato sicuramente influenzato dal risveglio dell’economia e dal miglioramento della situazione epidemiologica in Serbia, considerando che i prezzi degli affitti erano due volte più bassi nel bel mezzo della pandemia di coronavirus. Ciò era principalmente dovuto al fatto che i dipendenti lavoravano da casa o andavano in campagna, quindi cancellavano gli appartamenti in affitto.

Lo stipendio medio in Serbia si aggira intorno ai 60.000 mila dinari, una coppia sposata con due stipendi arriva a un reddito mensile di circa 1.000 euro, e con bollette e tutto il resto del salario rimane poco.

A Novi Sad l’affitto è un po’ più economico che a Belgrado, a Nis è passato dai precedenti 150-200 euro a 300 a 400. In questa città è balzato il prezzo al metro quadro per l’acquisto di un appartamento, che secondo gli ultimi dati si sta spostando da 900 a 1.000 euro al metro.

Gli esperti immobiliari prevedono che il prezzo dell’affitto per i piccoli appartamenti aumenterà quando alunni e studenti torneranno a scuola da settembre, perché ci sarà una domanda più elevata che determinerà il prezzo dell’affitto per l’appartamento.

https://mondo.rs/Info/Ekonomija/a1506918/Cene-izdavanja-stanova-u-Beogradu.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... appartamento, Belgrado, coronavirus, Novi Sad
Messa in vendita la fallita “BIP” di Belgrado

Djilas: “A Belgrado, ora Vucic sarebbe al 40%, l’opposizione al 39%”

Chiudi