Asilo obbligatorio dal terzo anno, ma dove ci staranno tutti questi bambini?

Al Ministero della Pubblica Istruzione spiegano che il programma prescolastico obbligatorio per i bambini di età inferiore ai cinque anni e mezzo sarà introdotto gradualmente e dove necessario. I sindacati chiedono alle autorità responsabili di risolvere innanzitutto il sovraffollamento degli asili.

Il programma prescolastico obbligatorio per i bambini al di sotto dei cinque anni e mezzo verrà introdotto gradualmente dove ci saranno le condizioni, riporta “Politika” secondo fonti del Ministero della Pubblica Istruzione.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

L’annuncio del Ministro Mladen Sarcevic secondo cui i bambini di età superiore ai tre anni frequenteranno il programma di preparazione prescolare obbligatorio e gratuito ha causato risentimento tra i rappresentanti sindacali degli educatori, i quali sostengono che il problema del sovraffollamento degli asili non sia stato ancora risolto.

Gli stessi hanno sottolineato che il numero di bambini iscritti oltre la norma nelle scuole materne è aumentato da 11.000 a 40.000 fino a 60.000 e hanno chiarito che il denaro destinato a risolvere i problemi di sovraffollamento non dovrebbe in alcun modo essere usato per altri scopi.

Il Ministero ha riferito che gli obiettivi nazionali di sviluppo in Serbia hanno previsto che entro il 2010 il 70% dei bambini dai tre anni fino all’inizio della scuola dovrebbe essere all’asilo e che il 72,35% dei bambini attualmente già lo frequenta.

Poiché un maggiore numero di bambini richiede un miglioramento dell’organizzazione dei servizi nelle amministrazioni locali, nonché una maggiore quantità di denaro per gli asili nido, il Ministero vede la costruzione di nuovi asili nido e la ristrutturazione di quelli esistenti come soluzione.

Il documento afferma che il progetto, che è stato implementato con la Banca internazionale per la ricostruzione e lo sviluppo, prevede, tra le altre cose, di fornire circa 17.000 nuovi posti per bambini dai tre ai cinque anni e mezzo in strutture recentemente rinnovate o riqualificate in almeno 30 città e comuni.

Un altro progetto dei fondi di preadesione dell’UE fornirà l’assistenza di esperti ai maestri degli asili nido in 50 amministrazioni locali e si sottolinea che l’aumento del numero di bambini dai cinque anni e mezzo che andranno alla scuola materna è stato pianificato dal piano d’azione per l’attuazione della strategia di sviluppo dell’istruzione in Serbia entro il 2020 mentre la nuova agenda per lo sviluppo delle Nazioni Unite prevede che entro la fine del 2030 tutte le ragazze e i ragazzi abbiano accesso a un curriculum scolastico di qualità.

https://mondo.rs/Info/Drustvo/a1241008/Obavezni-vrtic-za-decu.html

Photo credits: “GULIVER/GETTY IMAGES, SAM EDWARDS/OJO IMAGES RF”

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in asilo nido, Mladen Sarcevic, scuola materna
Gli studenti di “1 od 5 miliona” bloccano il rettorato a Belgrado

Tutte le scuole in Serbia presto saranno dotate di robot e droni

Close