Arrestato il narcoboss Darko Saric

Il più potente boss del narcotraffico di tutti i Balcani, nonché uno dei più potenti d’Europa, è stato arrestato questa notte in Montenegro ed immediatamente estradato in Serbia dove è atterrato stamattina alle 8.45.

Aleksandar Vucic in Consiglio dei Ministri: “Utilizzate le più avanzate tecnologie”

Il futuro primo ministro Vucic ha dichiarato nel Consiglio dei Ministri ora in corso che sono state utilizzate le più evolute tecnologie per intercettare e individuare Darko Saric in 4 nazioni, controllando le comunicazioni email e  telefoniche di 15 persone, utilizzando 20 satelliti e migliaia di telecamere di sicurezza grazie alla collaborazione con varie agenzie di sicurezza, in particolare degli Stati Uniti.

Tutte le azioni sono state coordinate con il ministero della giustizia del Montenegro.

“Il 24 febbraio il difensore di Saric ha comunicato che il suo cliente era pronto a consegnarsi senza condizioni e noi abbiamo accettato”, ha specificato Vucic, il quale ha sottolineato la complessità nel dipanare la rete di protezione e di assistenza su cui contava Saric.

Saric è stato trasportato prima in Montenegro e poi in Serbia su un aereo di un “paese terzo”, di cui non è stata comunicata la nazionalità.

Aggiornamento dopo la conferenza stampa delle ore 12

Alle ore 12 si è tenuta presso la sede del Governo di Serbia la conferenza stampa congiunta del ministro della giustizia Nikola Selakovic e del procuratore speciale per la criminalità organizzata, Miljko Radosavljevic.

Entrambi non hanno voluto comunicare in quale paese è avvenuta l’azione dei servizi di sicurezza che ha portato all’arresto del narcotrafficante più ricercato d’Europa.

Il ministro della giustizia Selakovic ha solo comunicato che si è trattato di un azione congiunta dei servizi di sicurezza di Serbia e Montenegro e ha pubblicamente ringraziato i servizi segreti e le polizie di Italia, Belgio, Spagna, Slovenia e l’americana CIA.

E’ stato sottolineato che la cattura è avvenuta senza condizioni.

. saricDa fonti informali si è appreso che la cattura di Saric è avvenuta in Sud America, dove era solito spostarsi da paese a paese per sfuggire alle ricerche delle varie polizie. Una volta catturato è stato forzatamente trasferito in Montenegro dove alle prime luci dell’alba è stato formalmente messo sotto arresto e immediatamente trasferito su un aereo speciale alla volta di Belgrado, dove è arrivato alle 8.45. Immediatamente dopo un corteo di blindati ha attraversato la città per trasferire Saric alla stazione di polizia di via 29 novembre per le procedure di identificazione di rito.

Darko Saric è stato dunque trasportato in via Ustanicka, dove si trova il tribunale speciale per la criminalità organizzata, dove si è proceduto a incarcerarlo.

Alla sua caccia e cattura hanno contribuito attivamente i servizi segreti serbi con il coinvolgimento diretto dei loro vertici.

Darko Saric arrivò per la prima volta alla luce dei media nell’ottobre 2009, quando la polizia uruguaiana confiscò 2,8 tonnellate di cocaina sullo yacht battente bandiera britannica “Maui” alla fonda nelle acque della cittadina di Santiago Vasquez, a 25 chilometri da Montevideo. Il boss è consideratol’organizzatore di un sistema di rifornimento della cocaina dal Sud America alle principali città d’Europa estremamente efficiente e disciplinato, capace di trasportare tonnellate di stupefacenti assumendosene tutti i costi.

Darko Saric è nato a Pljevlja, in Montenegro, il 21 ottobre 1970. E’ a capo del gruppo dei cosiddetti “guerrieri balcanici”, in stretti affari anche con la ‘ndrangheta per il rifornimento di cocaina sulle piazze di Milano e, in parte, Roma.

Già il 24 marzo dovrebbe comparire per la prima volta davanti a un tribunale nel processo per traffico internazionale di cocaina che è in corso a Belgrado.

E’ stata convocata per le 12 una conferenza stampa del ministro della giustizia Nikola Selakovic, il quale, assieme al procuratore speciale per la criminalità organizzata Miljko Radosavljevic, alle 21 sarà anche ospite di un programma speciale sulla rete B92 dedicato all’inchiesta e alla cattura di Saric.

(aggiornamento alle ore 11.20 del 18 marzo)

 

Share this post

scroll to top
Leggi articolo precedente:
SNS. Vittoria assoluta a Belgrado con 62 seggi

Vittoria convincente dello SNS anche nel nord del Kosovo

Chiudi