Approvata una nuova moratoria in soccorso all’economia

Il Consiglio Direttivo della Banca Nazionale serba (NBS) ha adottato una nuova moratoria sui prestiti, che approva un ulteriore ritardo di due mesi nel rimborso dei prestiti per tutti i cittadini e le imprese.

Ai debitori è stato quindi concesso un altro ritardo nel rimborso delle passività alle banche, vale a dire ai fornitori di leasing finanziari, che scadono nel periodo dal 1° agosto 2020 al 30 settembre 2020, nonché un ritardo nel rimborso delle passività dovute nel mese di luglio di quest’anno che il debitore non ha ancora rimborsato.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

“La Banca nazionale serba ha reagito in modo efficace e decisivo al primo colpo della pandemia, consentendo ai cittadini e all’economia di ritardare il rimborso degli obblighi alle banche e ai fornitori di leasing finanziari per un periodo di tre mesi. Questa possibilità è stata usata da più del 90% degli utenti”, ha sottolineato la governatrice Jorgovanka Tabaković.

“Dato che la situazione sanitaria di emergenza continua, la Banca nazionale serba ha deciso di fornire un’ulteriore tregua ai nostri cittadini e all’economia nel rimborsare gli obblighi, soddisfacendo così l’obiettivo definito dalla legge per preservare la stabilità del sistema finanziario”, ha continuato la Tabakovic.

Le banche / i fornitori di servizi di leasing finanziario sono tenuti ad offrire alle persone fisiche, agli agricoltori, agli imprenditori e alle società il consentito ritardo nel rimborso degli obblighi (moratoria) entro il 31 luglio 2020.

L’avviso sull’offerta della banca / fornitore di leasing finanziario sarà pubblicato sul loro sito web con informazioni sull’inizio dell’applicazione e della durata della moratoria, sul calcolo degli interessi, sul metodo di rimborso degli obblighi dopo la moratoria, sui possibili metodi alternativi di rimborso, nonché ci sarà un esempio rappresentativo degli obblighi del debitore prima e dopo la fine della moratoria.

Come nel primo pacchetto di aiuti, se il debitore non rifiuta l’offerta entro dieci giorni dall’annuncio, questa si considererà come accettata.

Il debitore può rifiutare l’offerta della moratoria elettronicamente, tramite posta ordinaria, telefono o presso la sede della banca, entro 10 giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso dell’offerta, ma può anche ritirarsi dalla moratoria in corso, facendo richiesta alla banca nel modo precedentemente descritto o mediante il pagamento integrale degli obblighi dovuti e non pagati.

La moratoria si applica anche alle passività basate sui prestiti e sui prodotti di credito della banca (conti in passivo e carte di credito), nonché ad altri prodotti della banca (come le passività basate su strumenti di copertura dei tassi di interesse relativi a prestiti e / o prodotti di credito e garanzie bancarie).

La moratoria non si applica invece agli obblighi per i servizi di pagamento (ad es. le commissioni per le transazioni, le commissioni per la manutenzione del conto), e per i servizi di investimento, operazioni di broker e venditori, servizi per le cassetta di sicurezza, ecc.

https://www.blic.rs/biznis/moj-novcanik/jos-dva-meseca-bez-rata-kredita-narodna-banka-srbije-odobrila-dodatni-moratorijum/nzwsvss

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in economia, moratoria, NBS
Prestiti ancora più favorevoli per aiutare l’economia

Un nuovo pacchetto di misure per aiutare l’economia?

Close