Sremska Mitrovica: api per il trattamento di problemi respiratori

Un apicoltore di Sremska Mitrovica, Dragan Majkic, ha in programma di aprire la prima “camera di api in Serbia”, che sarà operativa nel marzo del prossimo anno.

Il miele e altri prodotti correlati alle api sono ricchi di vitamine, minerali e proteine, e questo ha spinto Majkic a iniziare a costruire la prima “camera di api” in Serbia.

Le persone affette da problemi respiratori potranno utilizzare la camera, nella quale saranno messe nelle condizioni di inalare l’aria dagli alveari. La tecnica prende il nome di apiterapia.

La camera sarà situata in una casa prefabbricata di legno nei pressi del villaggio di Koruska, sulla montagna di Fruska Gora, appena fuori Novi Sad. La casa avrà quattro alveari e attrezzature per inalazione.

“Per essere un buon apicoltore, bisogna avere passione”, confessa Dragan e aggiunge che attualmente ha 90 alveari grazie ai quali produce ogni genere di miele.

Dopo aver parlato con un altro apicoltore della Bosnia, Armin Nuhanovic, che ha aperto una “camera di api” naturale, Dragan ha deciso di fare lo stesso.

La casa prefabbricata avrà la forma di un alveare: i pazienti saranno in grado di respirare direttamente l’aria dagli alveari attraverso una maschera per inalatori. Un trattamento dura 30 minuti e i primi risultati sono visibili solo dopo cinque trattamenti.

L’apiterapia, o la “terapia d’api” (dal latino apis, che significa ape) prevede l’uso medicinale di sostanze prodotti da api (miele, polline, pappa reale, propoli e cera d’api).

Oltre ai problemi respiratori, alcune delle altre condizioni sottoposte a trattamento grazie alla terapia sono la sclerosi multipla, l’artrite, le ferite, il dolore, la gotta, le zanne, le ustioni, la tendinite e le infezioni.

Le terapie che coinvolgono l’ape sono esistite per migliaia di anni e alcune possono essere vecchie come la medicina stessa.

(Vecernje Novosti, 09/11/2017)

http://www.novosti.rs/vesti/srbija.73.html:685193-Inhalacija-iz-kosnice

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top