Ancora instabile la situazione epidemiologica in Serbia

I numeri giornalieri sulla pandemia sono ancora buoni, anche se c’è stato un leggero aumento del numero di persone infette nelle ultime 24 ore. Sono state testate 6.194 persone e 79 sono risultate positive, mentre due pazienti sono deceduti. Ci sono 20 pazienti attaccati ai respiratori. Tuttavia, gli esperti continuano a dire che la situazione è incerta.

Una settimana fa è stato revocato lo stato di emergenza, ma non le misure di emergenza. Dopo alcuni giorni, il numero di nuovi pazienti è diminuito, ieri un leggero aumento.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

“Siamo all’1,2, vicini all’1,3%. È un aumento e ad essere sinceri non mi sorprende. Tuttavia, dobbiamo essere consapevoli che tutto dipende da noi”, sottolinea l’epidemiologo Predrag Kon.

L’aumento più grande si registra nel sud del Paese

Se nei prossimi dieci giorni il numero di nuovi infetti inizierà a crescere rapidamente, potrebbero essere introdotte nuovamente delle misure restrittive, stimano gli epidemiologi.

“Se si dovesse salire oltre il 2%, anche al 3%, allora sarebbero necessarie. Non dobbiamo permettere che aumenti di nuovo”, ha detto Kon.

Il governo ha deciso che i cittadini serbi possono entrare nel Paese e muoversi senza restrizioni con un test al COVID negativo non più vecchio di 72 ore.

Se non hanno eseguito il test, devono autoisolarsi per 14 giorni.

https://www.rts.rs/page/stories/sr/%D0%9A%D0%BE%D1%80%D0%BE%D0%BD%D0%B0%D0%B2%D0%B8%D1%80%D1%83%D1%81/story/3134/koronavirus-u-srbiji/3954443/koronavirus-srbija-procenat-zarazeni.html

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... COVID, Kon
In Serbia altri 62 casi positivi al COVID-19; tre persone sono morte

Vucic: “Mercoledì togliamo lo stato di emergenza; giovedì primo giorno senza coprifuoco”

Chiudi