Anche la Bulgaria mette la Serbia nella “zona rossa” COVID

La Bulgaria ha classificato la Serbia tra i Paesi della “zona rossa” a causa del pericolo di infezione da coronavirus e le persone provenienti da queste zone non possono entrare in Bulgaria, ha annunciato mercoledì il Ministero degli affari esteri serbo. Sono esclusi i bambini di età inferiore ai 12 anni, nonché i passeggeri in transito, i lavoratori frontalieri, i cittadini bulgari e i cittadini stranieri con soggiorno regolamentato in Bulgaria e i loro familiari, i cittadini dell’Unione Europea, della Comunità Economica Europea e della Confederazione Svizzera e i membri delle loro famiglie.

Il sito web del Ministero fa sapere che gli studenti e i dottorandi che vivono in Serbia, Grecia, Turchia, Macedonia del Nord e Romania e si recano in Bulgaria quotidianamente o almeno una volta alla settimana per la scuola e viceversa sono esenti dalla nuova disposizione. L’elenco completo di chi è ancora autorizzato ad entrare e ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web del Ministero serbo e dell’Ambasciata di Bulgaria in Serbia.

Le persone che rientrano in una delle suddette categorie, e che possono entrare in Bulgaria, sono esentate dalla quarantena se mostrano un certificato valido di vaccinazione completa o di aver superato la malattia e un test PCR negativo, non più vecchio di 72 ore.

Alle persone che rientrano in una delle suddette categorie, ma che hanno solo un test PCR negativo, (non hanno quindi un certificato di vaccinazione o di contagio pregresso), viene assegnata la quarantena a casa per dieci giorni. I bambini dai 12 ai 18 anni, che provengono dai Paesi della zona rossa, possono entrare con un test PCR negativo e, nel caso in cui non abbiano il test, vengono messi in quarantena a casa per dieci giorni.

Il 9 settembre, Serbia e Albania sono state ufficialmente rimosse dall’elenco dei Paesi sicuri dall’Unione europea (UE). Due settimane prima, l’UE aveva rimosso il Montenegro, la Macedonia del nord e il Kosovo. Ciò ha reintrodotto le restrizioni ai viaggi dei cittadini di questi Paesi verso l’UE.

https://www.slobodnaevropa.org/a/srbija-bugarska-covid-crveno/31461540.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top