Anche i cittadini stranieri in Serbia possono ricevere il vaccino anti-COVID?

Più di 512.000 persone in Serbia sono state immunizzate contro il coronavirus finora, di cui 4.000 cittadini stranieri; il vaccino può essere ricevuto solo su appuntamento.

I cittadini stranieri che vivono in Serbia possono ottenere il vaccino anti-COVID, ma prima devono registrarsi chiamando il numero di telefono 0800 222 334 ogni giorno dalle 8:00 alle 20:00.

Possono anche compilare un semplice questionario sul sito e-uprava (https://imunizacija.euprava.gov.rs/#novaprijava), in cui, oltre ai dati personali, possono anche scegliere quale dei vaccini offerti desiderano.

Le autorità sanitarie serbe affermano che il Paese è al secondo posto in Europa, dopo la Gran Bretagna, per numero di persone vaccinate per milione di abitanti.

“La ragione principale del nostro successo è che abbiamo avuto l’opportunità di procurarci vaccini da tutto il mondo”, ha detto la Premier serba, Ana Brnabić, in un’intervista per la rivista tedesca Focus. Spiegando come la Serbia abbia finora vaccinato una percentuale più alta della popolazione rispetto a qualsiasi altro Paese dell’UE, la Brnabić ha anche detto: “In nessun momento abbiamo politicizzato i vaccini, né il Paese di origine ha avuto alcuna importanza, se il vaccino era sicuro. L’equilibrio e le buone collaborazioni si sono dimostrate utili in questi tempi. Ci hanno dato l’opportunità di ricevere vaccini dall’Occidente, così come dai nostri amici in Cina e Russia”.

La Brnabić ha ricordato che la Serbia ha prima concluso un contratto con la BioNTech / Pfizer e ha ricevuto da loro la prima consegna, ma ha anche sottolineato che Russia e Cina, oltre all’UE, hanno fornito “enorme sostegno” alla Serbia in questo senso. “La pandemia riguarda il salvare le vite umane, non la geopolitica. Se i vaccini sono disponibili e possiamo ottenerli, allora è nostro obbligo farlo nell’interesse dei nostri cittadini”, ha concluso.

Come altri media tedeschi, Focus era interessato al diritto dei cittadini di scegliere quale vaccino desiderano. “Ognuno ha una sensazione diversa sui tipi e le origini dei vaccini”, ha detto la Brnabić, chiamando il diritto di scegliere “una libertà unica”.

https://www.danas.rs/bbc-news-serbian/korona-virus-i-vakcinacija-u-srbiji-kako-se-prijaviti-da-li-i-strani-drzavljani-mogu-da-se-vakcinisu-i-kakav-je-plan-za-revakcinaciju/

https://www.dw.com/sr/brnabi%C4%87-o-vakcinaciji-%C5%BEivoti-a-ne-geopolitika/a-56436747

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... Brnabic, cittadini stranieri, eUPRAVA
Iniziate le discussioni per attuare una legge sul lavoro dei freelance

Oltre 100.000 richieste di vaccinazione, per ora, arrivate al portale “eUprava”

Chiudi