Ana Brnabić nominata nuova presidente del Parlamento

Il Parlamento serbo ha eletto l’ex primo ministro Ana Brnabic alla carica di presidente nel terzo giorno della sua sessione costitutiva.

Questo parlamento è stato eletto alle elezioni del 17 dicembre, che sono state seguite da proteste e denunce di irregolarità e brogli elettorali.

I parlamentari della coalizione Serbia contro la violenza e NADA sono usciti dall’aula poco prima del voto per la nomina di Brnabic, ad eccezione di Aleksandar Jovanovic Cuta, che ha lanciato carta igienica a Brnabic durante il voto. Alcuni parlamentari dell’opposizione hanno sbattuto le loro scrivanie.

I parlamentari hanno anche eletto sei vicepresidenti (dell’SNS, SVM, SPS e altri partiti) e il segretario generale.

Brnabic ha preso la presidenza poco prima di una discussione tra lei e i parlamentari dell’opposizione.

La Costituzione serba prescrive tre rami del potere: esecutivo (governo), giudiziario e legislativo (assemblea), che dovrebbero controllarsi a vicenda.

Tuttavia, questo principio è violato dalla predominanza del partito di governo, afferma Zoran Krstić, professore presso la Facoltà di Scienze Politiche.

“Secondo la Costituzione, ci dovrebbe essere una divisione dei poteri, ma il potere esecutivo controlla praticamente sia il potere giudiziario che quello legislativo in Serbia”, dice.

Per legge, i ministri dovrebbero essere ritenuti responsabili del loro lavoro dai parlamentari nell’assemblea, ma in pratica questo è raramente il caso.

(B92, 21.3.2024)

https://www.b92.net/bbc/vesti/6854/srbija-premijerka-ana-brnabic-postala-predsednica-skupstine-sta-to-govori-o-podeli-vlasti/vest

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top