Amendola: “Crescita, sicurezza e stato di diritto priorità dell’Italia nei Balcani”

Il sottosegretario agli esteri Vincenzo Amendola indica le priorità dell’agenda italiana per il prossimo vertice dei Balcani occidentali che verrà ospitato a Roma.

L’avvio della Presidenza italiana del Summit dei Balcani occidentali – che l’Italia ospiterà il prossimo anno – e la conferma del sostegno italiano al percorso europeo della Serbia e dell’intera regione dei Balcani, anche in vista dell’imminente apertura dei capitoli 23 e 24 del negoziato serbo di adesione all’Ue, sono i temi al centro di una visita che il sottosegretario agli esteri Vincenzo Amendola effettua oggi e domani a Belgrado.

In un’intervista al quotidiano Politika, Amendola indica in crescita, sicurezza e stato di diritto le priorità dell’agenda italiana del prossimo Vertice dei Balcani Occidentali nel 2017. “Oggi, una settimana dopo il Summit di Parigi, ho voluto riunire a Belgrado gli ambasciatori italiani dell’area adriatico-balcanica per cominciare a costruire l’agenda in vista del Vertice dei Balcani che ospiteremo il prossimo anno e ribadire l’impegno italiano verso questa regione”, ha dichiarato il sottosegretario agli esteri.

Il rilancio del progetto d’integrazione europea attraverso il coinvolgimento di tutti i Paesi balcanici e un rinnovato approccio alla cooperazione regionale saranno al centro di una colazione che il premier serbo Aleksandar Vucic ha tenuto con il sottosegretario Amendola e gli ambasciatori italiani nel quadro della loro riunione di coordinamento, i cui lavori si svolgono presso l’Ambasciata d’Italia a Belgrado e prevedono anche un video-collegamento con il ministro degli esteri Paolo Gentiloni.

ambasciatori Italia Balcani

Tra gli altri temi in discussione figurano anche lo sviluppo economico e culturale della regione, le opportunità d’investimento e di crescita per le imprese italiane collegate ai progetti infrastrutturali e d’interconnessione nell’area e il contributo italiano alla promozione dello stato di diritto nella regione.

Dopo l’incontro con il primo ministro Vucic, Amendola parteciperà alla cerimonia che sancirà il completamento dei lavori di ricostruzione degli argini e opere a protezione dalle inondazioni realizzati grazie a donazioni italiane nelle municipalità di Krupanj, Loznica, Kladovo e Osečina.

(Tanjug, 11.07.2016)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top