Ambasciatore USA: “Il popolo serbo deciderà su Rio Tinto”

L’ambasciatore degli Stati Uniti in Serbia, Christopher Hill, ha dichiarato alla TV di Stato serba (RTS) che la cosa più importante per le aziende americane è che, prima o poi, la Serbia entrerà a far parte dell’Unione Europea (UE) e che sarà il popolo serbo a decidere sulle operazioni di Rio Tinto in Serbia.

Hill ha detto di essere consapevole che molti serbi si preoccupano se la Serbia entrerà mai a far parte dell’UE, ma che le aziende americane credono che questo accadrà. “Quando si guarda la mappa, e questo è importante per tutti, si vede che la Serbia è in una posizione molto buona. Se costruite una fabbrica qui, siete molto vicini all’UE e presto ne farete parte”, ha detto l’ambasciatore.

Ha aggiunto che l’iniziativa Balcani aperti e il Processo di Berlino sono iniziative simili, perché ampliano il mercato per le aziende e le fabbriche.

Questi progetti di integrazione che facilitano e accelerano la regionalizzazione sono una buona idea, ha detto Hill, aggiungendo che la Serbia ha una responsabilità speciale perché è più grande di altri Paesi balcanici e dovrebbe aiutare alcuni di loro a superare l’eredità storica e la mancanza di fiducia.

“Una volta che questo accadrà, e sono certo che accadrà, credo che questa iniziativa sarà utile non solo per la Serbia, ma anche per i suoi vicini”, ha aggiunto l’ambasciatore Hill.

Alla domanda se sostiene il progetto di Rio Tinto in Serbia, l’ambasciatore statunitense ha risposto che non vuole essere coinvolto in questa disputa “proprio nel mezzo di una causa legale” intentata contro la Serbia da questa azienda per aver bloccato il progetto Jadar.

“Dirò solo che il popolo serbo deciderà come vuole organizzare la propria economia e se vuole un’economia basata sull’estrazione mineraria, perché ci sono molte miniere in Serbia, e alcune di esse appartengono alla Cina, come quella di rame a Bor”, ha detto Hill.

Ricordiamo che Rio Tinto sta cercando da più di due anni di ottenere l’approvazione per l’apertura di una miniera di litio in Serbia. Il governo serbo ha dichiarato che il progetto di Rio Tinto sul litio in Serbia è stato bloccato e che tutte le autorità competenti sospenderanno immediatamente tutte le procedure pertinenti.

Tuttavia, il Ministero delle Miniere e dell’Energia non ha interrotto la procedura per il rilascio del permesso di sfruttamento del litio, ma nel corso di due anni, senza fornire motivazioni chiare, ha prorogato per 11 volte il termine entro il quale l’azienda doveva completare la documentazione pertinente.

(Danas, 06.12.2023)

https://www.danas.rs/vesti/ekonomija/kristofer-hil-o-poslovanju-rio-tinta-u-srbiji-gradjani-sami-odlucuju-kako-ce-organizovati-svoju-privredu/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!