Ambasciatore italiano Gori: “Non è il momento che il Kosovo entri nel Consiglio d’Europa”.

L’ambasciatore italiano in Serbia, S.E. Luca Gori, ha dichiarato che non è ancora giunto il momento per il Kosovo di entrare nel Consiglio d’Europa (CdE) e ha sottolineato che un sostanziale progresso nella formazione della Comunità dei Comuni Serbi (CSM) è un prerequisito per questo.

Questa è una posizione assunta congiuntamente da Italia, Francia, Germania e altri Stati membri dell’Unione Europea, ed è ciò che stiamo cercando di ottenere a Strasburgo”, ha dichiarato Gori all’agenzia di stampa Tanjug in merito alla richiesta di ritardare la decisione del CdE sull’adesione del Kosovo.

L’ambasciatore ha aggiunto che l’Italia è stata molto chiara e che ritiene che la formazione del CSM sia essenziale per il processo di normalizzazione tra Belgrado e Pristina.

Siamo certi che se non ci saranno progressi sostanziali in questo senso, non è il momento di affrontare o inserire nell’agenda la questione dell’adesione del Kosovo al CoE”, ha detto Gori.

Ha aggiunto che l’Italia sta cercando di incoraggiare il governo kosovaro a fare progressi sul CSM, ma che finora non ce ne sono stati.

(Insajder, 08.05.2024)

https://insajder.net/prenosimo/italijanski-ambasador-u-beogradu-bez-sustinskog-napretka-u-formiranju-zso-nije-trenutak-za-clanstvo-kosova-u-se

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top