Altri 50 membri lasciano il DS

Continua la diaspora di iscritti dal partito di Djilas iniziata da un paio di giorni, quando Boris Tadic ha annunciato la propria candidatura.

Oggi ha lasciato l’ex Ministra della Giustizia Snezana Malovic, la quale ha motivato la scelta dicendo che “l’attuale dirigenza non è rimasta fedele agli ideali e obiettivi che ci hanno guidato in questi decenni nella lotta per una società democratica e per i diritti civili”. Tale dirigenza, secondo la Malovic, ha stretto contatti e attività “con coloro contro i quali abbiamo combattuto”; ella ha aggiunto che nelle liste che il DS presenterà alle prossime elezioni ci saranno individui che perseguono interessi personali e che hanno osteggiato le riforme e la confisca dei beni dei criminali.

L’abbandono della Malovic segue quello di altre personalità di rilievo del partito, come l’ex portavoce Jelena Trivan e Miodrag Rakic. La diaspora riguarda poi anche i funzionari locali: ieri se ne sono andati gli eletti del Municipio di Jagodina e alcuni di Nis, oggi quelli di Zitoradja (Serbia meridionale), per un totale di una cinquantina di membri. Sia gli esponenti di Jagodina che quelli di Zitoradja hanno dichiarato che correranno nel blocco creato da Tadic.

(b92.net,05.02.2014)

ds.

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top