Allarmante la concentrazione di PM10 in molte città della Serbia

La serba “Nacionalna ekološka asocijacija” (NEA), che si occupa di protezione ambientale, ha prescritto per decreto che i valori di PM10 non possono essere superati per un massimo di 35 giorni in un anno solare. La stessa organizzazione afferma che il valore limite prescritto di 50 microgrammi per metro cubo di particelle di PM10 è invece già stato superato in 7 città dall’inizio dell’anno, anche se siamo solo nel mese di maggio.

La “NEA” ha richiamato le autorità a proteggere con urgenza la salute dei cittadini della Serbia, nonché la Costituzione della Repubblica di Serbia che garantisce ai cittadini il diritto all’aria pulita.

Secondo le misurazioni dei primi 133 giorni del 2021, a Novi Pazar e Valjevo, valori limite sono stati misurati per 84 giorni, a Popovac per 61 giorni, a Kosjerić per 54 giorni, a Niš per 51 giorni, a Obrenovac per 47 giorni e a Smederevo per 47 giorni.

“La situazione a Bor, con alte concentrazioni di anidride solforosa, è particolarmente preoccupante. I molteplici superamenti degli ultimi dieci giorni sono definiti dal Decreto (sulle condizioni per il monitoraggio della qualità dell’aria) come ‘pericolosi per la salute umana’, ma non c’è stata alcuna reazione da parte delle istituzioni”, si legge nella nota.

https://novaekonomija.rs/vesti-iz-zemlje/zaga%C4%91enje-vazduha-alarmantno-nadle%C5%BEni-ne-po%C5%A1tuju-zakonske-obaveze

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top