Aleksić: “Nel 2022 la resa dei conti con il regime di Vucic”

Il vicepresidente del Partito popolare, Miroslav Aleksić, ha dichiarato oggi che il 2022 sarà l’anno della “resa dei conti con il regime di Aleksandar Vučić”, e che i cittadini serbi “si stanno svegliando e capendo che il governo li inganna da quasi dieci anni”.

“Le persone non sono più pronte a tacere e vogliono combattere. I cittadini della Serbia hanno visto che il Partito progressivo serbo ha occupato il Paese e che le cose stanno peggiorando mentre il governo si arricchisce”, ha detto Aleksić a Bujanovac, dove si è tenuta l’assemblea del Consiglio municipale del Partito popolare. Aleksić crede che “tutto può essere diverso” in Serbia e che il primo passo è “pulire lo Stato”.

“Lo faremo attraverso una completa lustrazione, ripulendo le cariche e sanzionando tutti i responsabili. Chiunque abbia violato le leggi e derubato la Serbia sarà ritenuto responsabile. Questa sarà la base per la costruzione di un nuovo Stato in cui ogni cittadino avrà gli stessi diritti e nessuno sarà al di sopra delle istituzioni del sistema”, ha detto Aleksić.

Lo stesso ha affermato che il Partito popolare si sta preparando per le elezioni partendo dal presupposto che sarà raggiunto un accordo sui voti elettorali e che verrà rafforzata l’organizzazione in tutta la Serbia.

“Il Partito popolare ha 110 comitati in Serbia e nuove persone si avvicinano a noi giorno dopo giorno. Mostreremo come l’agricoltura, l’educazione e la sanità possono essere gestite in Serbia e dialogheremo con la comunità internazionale, oltre a stimolare l’economia nazionale”, ha detto Aleksić.

A Grdelica, Aleksic ha incontrato i rappresentanti della comunità rom, che gli hanno detto di essere stati “ricattati” a votare per il partito “SNS”.

“E’ stato loro detto che avrebbero ricevuto assistenza sociale solo se avessero votato per il partito SNS, e hanno ricevuto matite di un certo colore per segnalare i candidati nelle schede. Il partito “SNS” non riceverà più voti promettendo farina, olio e contratti di lavoro a tempo determinato”, ha concluso Aleksić.

Photo credits: “Ivan Dinić/Nova S”

Aleksić: Obračun sa Vučićem sledi 2022. godine

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top