Aleksic: “Il budget per il 2021 è uno spreco di soldi irresponsabile”

Il vicepresidente del Partito popolare (Narodna Stranka), Miroslav Aleksić, ha dichiarato che “i soldi previsti per il budget del 2021 sono uno spreco irresponsabile, irrealistico e pre-elettorale, e non un piano evolutivo”, come invece lo definisce il Ministro delle Finanze, Siniša Mali.

“Il budget non rispetta assolutamente le priorità dello Stato e dei cittadini della Serbia, ma si basa su ulteriori prestiti incontrollati e possiamo quindi aspettarci una grave crisi finanziaria nel 2021”, ha detto Aleksić.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Ha affermato che questo dimostra che nell’anno della crisi in cui continua la pandemia, i soldi sono diretti a progetti megalomani, come la costruzione di uno stadio nazionale per il quale sono previsti 290 miliardi di dinari.

Per il governo serbo è stato fissato un budget di oltre 40 miliardi di dinari, mentre sussidi per 17 miliardi di dinari sono stati concessi a “Putevi Srbije”, 15 miliardi alle compagnie straniere, 14 miliardi alle Ferrovie serbe e 5,2 miliardi per la costruzione dell’aeroporto di Trebinje.

“Chi è responsabile in un Paese in cui il debito pubblico minaccia di provocare una crisi, un Paese in cui il sistema sanitario sta crollando, un Paese in cui curiamo i bambini attraverso donazioni sms, di buttare centinaia di miliardi di dinari per queste cose in questo modo?”.

Il politico ha detto che questo governo, guidato dal Presidente della Serbia, Aleksandar Vučić, deve alla Serbia 16 miliardi di euro dal 2012.

“Ciò significa che questo governo ha indebitato ogni cittadino della Serbia per 2.000 euro. E i cittadini dovrebbero saperlo quando vengono loro raccontate fiabe e storie su come siamo una tigre economica”, ha detto Aleksić alla conferenza stampa davanti al parlamento serbo, in cui il Ministro delle Finanze Siniša Mali ha presentato il progetto di legge sul bilancio per il 2021.

Ha anche affermato che l’aumento del debito pubblico continuerà a crescere perché nel 2021 il governo ha previsto un deficit di 147 miliardi di dinari, mentre gli agricoltori sono abbandonati a se stessi, le importazioni incoraggiate e quindi la produzione interna uccisa.

https://www.danas.rs/politika/aleksic-budzet-za-2021-godinu-rasipnicki-neodgovoran-nerealan-i-predizborni/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top