Aleksic: “Ho presentato nuove prove alla corte sui rapporti tra Andrej Vucic e la “Jovanjica””

Il vicepresidente del Partito popolare, Miroslav Aleksic, ha dichiarato di aver presentato dinanzi alla corte prove dei rapporti tra Andrej Vucic, nonché di persone vicine al fratello del Presidente della Serbia, e Predrag Koluvija, proprietario (incarcerato) dell’azienda agricola “Jovanjica”, sulla cui proprietà è stata trovata una grande quantità di marijuana.

Secondo una dichiarazione del Partito popolare, dopo l’audizione preliminare davanti alla corte a Belgrado, Aleksic, dopo una causa intentata contro di lui da Andrej Vucic, ha mostrato alla stampa le fotografie che dimostrerebbero i rapporti tra Koluvija e il fratello del Presidente.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

“Le foto mostrano Andrej Vucic insieme al sindaco di Stara Pazova, Djordje Radinovic alias Dzokej, nonché a Nedeljko Kovacevic, direttore dell’amministrazione per le costruzioni della Vojvodina e al sindaco di Novi Sad, Milos Vucevic. La “Jovanjica” si trova a Stara Pazova e il comune ha fornito supporto per le infrastrutture a Koluvija”, ha dichiarato Aleksic.

Aleksic ha anche mostrato una foto di Kovacevic con Koluvija e il funzionario del partito SNS Zoran Babic durante una visita alla “Jovanjica”, nonché una foto congiunta del vicepresidente della Vojvodina Damir Zobenica e di Andrej Vucic di Zrenjanin.

“Zobenica è uno dei primi agenti e la persona di fiducia della famiglia Vučić nel territorio della Vojvodina. Zobenica con Andrej Vucic gira la Vojvodina e controlla tutti i lavori. Vucic, Koluvija e tutte le altre persone del clan si sono fatti vedere negli stessi posti. Un tassello importante è il Ministro dell’Agricoltura Branislav Nedimovic, poiché il Ministero che dirige ha rilasciato la licenza per la produzione di canapa industriale alla “Jovanjica”, ha dichiarato Aleksic.

Aleksic ha mostrato anche una foto di Vucevic, Nedimovic, Zobenica e Andrej Vucic.

“La causa intentata da Vucic contro di me è un tentativo di intimidazione, ma non ci riuscirà. Né sarò intimidito dal fatto che l’Agenzia anti-corruzione abbia appena avviato un’inchiesta sulle mie proprietà dal 2010. Li incoraggio a investigare in dettaglio tutti i miei beni, ma cercherò di capire se l’Agenzia determinerà anche l’origine delle proprietà di persone che hanno devastato e saccheggiato lo Stato per otto anni”, ha dichiarato Aleksic.

Aleksic ha affermato che quattro mesi dopo la scoperta del caso “Jovanjica”, si è creata un’isteria collettiva con l’obiettivo di “ripulire i fratelli Vucic in ogni modo possibile”, come dimostra la falsa accusa di Milos Vucevic contro Vucic e le dichiarazioni dell’ispettore Slobodan Milenkovic, che, come nei film polizieschi, ha detto alle telecamere che i Vucic non erano affiliati alla “Jovanjica”.

“Non vi è alcun dilemma che lo Stato sia coinvolto nel progetto di coltivare della marijuana nella più grande piantagione d’Europa, cosa che è stata riconosciuta dallo stesso Presidente serbo Aleksandar Vucic quando ha puntato il dito contro la polizia, l’esercito e la BIA”, ha concluso Aleksic.

https://www.danas.rs/politika/aleksic-sudu-sam-predocio-nove-dokaze-o-povezanosti-andreja-vucica-i-jovanjice/

Photo credits: “Printscreen”

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... Andrej Vucic, Jovanjica, marijuana
Le accuse penali contro Aleksandar e Andrej Vucic, solo propaganda?

cannabis
La commissione del Ministero della Salute abolisce l’iniziativa per la legalizzazione dell’olio di cannabis

Chiudi