Alcune attiviste appendono grembiuli con scritte femministe a monumenti di uomini importanti a Belgrado

In occasione dell’8 marzo, Festa delle donne, diverse attiviste di organizzazioni femminili hanno effettuato una performance a Belgrado, con lo scopo di attirare l’attenzione sull’invisibile e non pagato lavoro delle donne, sulla disuguaglianza, che ess dicono sia ancora presente.

Sopra a diversi monumenti di uomini importanti per la storia nazionale, queste femministe hanno appeso grembiuli viola con messaggi del tipo: “La scienza è di sesso femminile”, “L’aborto è un diritto della donna” e “Sostengo lo sciopero delle donne” ecc.

Così stamattina sono apparsi grembiuli sui monumenti di Jovan Cvijic, Josif Pancic e Dositej Obradovic nel parco studentesco, sopra al monumento del Patriarca Pavle al parco Tasmajdan, in Piazza dei Fiori sopra Borislav Pekic e sopra il moumento di Nikola Tesla di fronte alla Facoltà di Ingegneria.

Il Patriarca serbo Irinej ha chiamato questi atti “barbarie” e “vergogna”, e ritiene lo striscione con la scritta “L’aborto è un diritto della donna” sopra il monumento del suo predecessore, Patriarca Pavle, nel Parco di Tasmajdan come un atto di puro vandalismo.

Il Patriarca per il giornale Kurir, alla domanda se questi atti siano stati fatti a causa della posizione del Patriarca Pavle sull’aborto, Irinej ha detto che questo è l’atteggiamento di SPC e il parere del suo Parlamento.

“Non interpreterò ciò che è la ragione di questi atti, ma sicuramente è una vergogna fare questo a dei onumenti così importanti per la storia del paese. E’ a dir poco vergognoso questo comportamento”, ha detto il capo della Chiesa ortodossa serba, il Patriarca Irinej.

Il Vice Primo Ministro serbo e Presidente del Corpo di coordinamento per l’uguaglianza di genere, Zorana Mihajlovic, ha detto che ci sono diversi modi per esprimere le proprie opinioni e pensieri, ma che mettere un grembiule con la scritta “L’aborto è un diritto della donna” al monumento del Patriarca Pavle, di fronte alla Chiesa di San Marco è una profanazione della sua immagine e del suo lavoro.

Photo Credits:”Srđan Veljović

http://rs.n1info.com/Vesti/a465659/Aktivistkinje-na-spomenike-okacile-kecelje.html?fbclid=IwAR2DTrXbofxnNOGzPnYMzo2FfKDMpSj8JJLYuGeEvIDRhHQT5fy5jvS3Yn8

http://rs.n1info.com/Vesti/a465935/Patrijarh-Irinej-o-performansu-sa-keceljama-i-natpisima.html?fbclid=IwAR0mDOMqalz0C3J5w0xByZCsDimCUGw5Gvh1klVkoRy1iWKKoT0yzlJtu2Q

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top