Albin Kurti: “Ci deve essere almeno un serbo nel nuovo governo del Kosovo, ma non vogliamo membri della Lista serba”

Albin Kurti, il leader del movimento nazionalista “Vetëvendosje!” che ha ricevuto il maggior numero di voti domenica alle elezioni parlamentari in Kosovo, ha detto a “N1” che se diventerà Primo Ministro inizierà subito i colloqui con i serbi del Kosovo per la formazione del nuovo esecutivo.

Alla domanda se formerà un governo con la Lista serba, ha detto che includerà nella coalizione partiti politici serbi diversi dalla Lista serba, etichettando il partito appoggiato da Belgrado come sinonimo dello Stato (serbo).

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

“La nostra costituzione afferma che ci deve essere almeno un ministro della comunità serba nel nostro governo, ma non dice che deve essere della Lista serba. Quindi focalizzeremo le nostre priorità sulla minoranza, come comunità non come stranieri”, ha affermato Kurti.

Parlando del dialogo con la Serbia, ha sottolineato che subito dopo la formazione del governo, dovrebbero essere avviati colloqui con Bruxelles, ovvero con il nuovo Alto rappresentante per la politica estera e la sicurezza.

“Abbiamo bisogno di un dialogo sul dialogo. Un nuovo fallimento sarebbe fatale. Esamineremo anche quelle 33 offerte che abbiamo avuto dal 2011 al 2017, ciò che è stato realizzato e ciò che non lo è e quali sono le influenze sulla vita delle persone in Kosovo, e un giorno avvieremo anche un dialogo con la Serbia che deve essere costruito su buoni principi”.

Kurti ha dichiarato che mettere il dazio del 100% sui beni serbi non è la politica del suo partito, ma che lui sostiene la piena reciprocità in tutte le aree e che la reciprocità è un principio giusto delle buone relazioni di vicinato.

Le consultazioni sulla formazione di un nuovo governo sono già iniziate, con i media serbi che sostengono che la parte americana a capo del governo del Kosovo voglia al potere Hashim Thaci per portare a termine il processo di demarcazione dei confini.

Photo credits: “Tanjug/AP”

Kurti: U vladi mora da bude Srbin, nećemo članove Srpske liste koja nije stranka već država

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Albin Kurti, Elezioni, Kosovo, Lista serba
E’ il tempo della “Realpolitik” in Kosovo

dragan Djilas
Elezioni in Kosovo e Metohija: la maggior parte dei voti va al partito nazionalista “Vetevendosje!” (Autodeterminazione!)

Chiudi