Al via un progetto pilota di screening neonatale per l’atrofia muscolare spinale

Un progetto pilota di screening neonatale inizierà la prossima settimana all’ospedale “Narodni Front” di Belgrado, ha affermato l’Associazione che si occupa di curare l’atrofia muscolare spinale (SMA) in Serbia.

Che cos’è un approccio multidisciplinare al trattamento e quanto sia importante per i pazienti con l’atrofia muscolare spinale, sono solo alcuni degli argomenti discussi alla conferenza regionale di quest’anno organizzata dall’Associazione serba che lotta contro la SMA. Più di 30 tra i più eminenti esperti serbi e stranieri che si occupano di questa malattia rara e grave, si sono riuniti e hanno presentato gli ultimi risultati in questo campo.

L’atrofia muscolare spinale è una malattia molto grave e progressiva, i cui sintomi possono svilupparsi nei primi mesi di vita. Una persona su 35-37 è portatrice di un gene recessivo per l’atrofia muscolare spinale (SMA). Quando due di queste persone si incontrano e decidono di avere figli, c’è una probabilità del 25% che nasca un bambino con questa disfunzione.

Il progetto pilota, che inizierà ad essere implementato al “Narodni Front” di Belgrado e che durerà un anno, dovrebbe essere poi esteso all’intero territorio della Serbia.

https://www.blic.rs/vesti/drustvo/neonatalni-skrining-na-spinalnu-misicnu-atrofiju-pocinje-naredne-nedelje-pilot/3ft1czg

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top