Al via la XV Settimana della lingua italiana nel mondo

di Giorgio Fruscione

E’ iniziata nella giornata di ieri, 19 ottobre, la XV edizione della settimana della lingua italiana nel mondo. Per quanto riguarda la Serbia, la manifestazione è stata presentata ed introdotta a Belgrado nella residenza dell’ambasciatore d’Italia, alla presenza di addetti stampa, insegnanti di lingua italiana ed appassionati della cultura italiana.

L’evento è stato presentato dall’ambasciatore Giuseppe Manzo, che ci ha tenuto a specificare l’importanza della lingua italiana e del suo ruolo nel mondo, non solo come veicolo comunicativo ma anche come strumento d’arte.

L’edizione di quest’anno, infatti, è fortemente incentrata sulla musica e ha il nome di “L’Italiano della Musica, la Musica dell’Italiano”, con l’obbiettivo specifico di confermare non solo il carattere musicale della lingua italiana, ma soprattutto il suo ruolo nella diffusione della musica a livello mondiale.
L’ambasciatore ha inoltre fornito alcuni dati relativi alla diffusione della lingua italiana nel mondo. Al di fuori del Bel Paese, coloro che parlano la lingua italiana sono oltre un milione e mezzo, suddivisi in ben 111 paesi; la lingua italiana rappresenta infatti la quarta lingua più studiata al mondo e nel corso dei secoli, afferma l’ambasciatore, si è spesso affermata come lingua franca. Per quanto riguarda la Serbia, sono oltre 2 mila gli studenti universitari delle facoltà di Belgrado, Novi Sad e Kragujevac che studiano la lingua italiana; ed oltre 12 mila gli studenti di scuole elementari e medie che hanno scelto l’italiano come seconda lingua.

Il ricco programma della settimana (consultabile al seguente link) è stato poi introdotto da Davide Scalmani, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura, che ha specificato come l’Italia abbia sempre giocato un ruolo storico nello sviluppo della civiltà musicale, testimoniato per esempio dal fatto che tuttora i ritmi musicali sono scanditi utilizzando teminologia italiana (andante maestoso, adagio, allegro, larghetto, allegro vivo), dimostrazione del fatto che la musica parla italiano.

Tra i vari appuntamenti della settimana, da segnalare la performance del duo jazz “Musica Nuda”, che ha eseguito un breve assaggio musicale anche al termine della presentazione di ieri, nonché la presenza del famoso clarinettista Giampiero Sobrino che, mercoledi 21 alle ore 20, suonerà insieme all’Orchestra sinfonica della Radio Televisione Serba al Concerto inaugurale del 47° BEMUS.

La conclusione della settimana della lingua italiana coinciderà con l’inizio della Fiera Internazionale del libro di Belgrado, alla quale l’Istituto Italiano di Cultura parteciperà con un proprio stand, promuovendo la cultura del libro e dell’editoria italiana.

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Cultura
Istituto italiano di cultura di Belgrado festeggia XV settimana della lingua italiana nel mondo

Apre “Piazza Italia”, il centro culturale italiano di Subotica

Chiudi