Al festival MittelFest in Friuli l`anteprima di Una tomba per Boris Davidovic

Ieri sera al Teatro Ristori di Cividale è andata in scena l`opera di Danilo Kis nata da una co-produzione di Croazia, Serbia e Slovenia e diretta da Ivica Buljan.

 

Il festival MittelFest, all sua 23ma edizione, è stato istituito nel 1991 durante il periodo cruciale in cui crollavano i regimi totalitari dell` Europa centrale e orientale ed è oggi uno dei più prestigiosi festival di teatro, musica e danza in questa parte d`Europa. In un ventennio di eccezionale importanza storica per i Paesi dell’Europa centro orientale, MittelFest ha esplorato la storia, le identità, le differenze di questi popoli e di quest’area geografica; ha affrontato il dramma della guerra e la complessità delle transizioni; ha proposto al pubblico la ricchezza delle grandi tradizioni e l’immensa eredità di personaggi come Kafka, Pasolini, Bartok, Canetti; ha infine valorizzato questo territorio come grande crocevia di popoli e culture.

Pubblicato nel 1976, “Una tomba per Boris Davidovic” rimane una delle opere più controverse della letteratura jugoslava e materiale fertile per Ivica Buljan, regista croato, che guida un gruppo di attori audaci e giovani provenienti da diversi paesi.

Passando attraverso il contesto storico della guerra e della rivoluzione nell`Europa degli anni trenta, quaranta e cinquanta del 20mo secolo, Kis si interroga sui vincitori della storia e mette in evidenza ciò che è comune a tutti i reati.

mittelfest

(Dnevnik, 21.07.2014)

Share this post

scroll to top
Altro... arte, festival, Italia
Firmato un accordo sul miglioramento della cooperazione tra Vojvodina e Umbria

Il Festival estivo di Belgrado, BELEF 2014, apre questa sera sulle note della musica italiana

Chiudi