Al Centro Clinico di Serbia il primo bisturi a raggi X

Nella costruzione delle strutture per operare con il bisturi a raggi X nel Centro clinico della Serbia (KBS) e nella fornitura di macchinari sono stati investiti 800 milioni di dinari, riporta la Tanjug, e il vantaggio del bisturi a raggi X è che è molto preciso e che durante le operazioni alla schiena utilizzando questo bisturi si evita di danneggiare il midollo spinale. Inoltre, l’apparecchio può essere applicato alla cura di tumori ubicati ovunque della grandezza di cinque o sei centimetri.

Il Centro Clinico della Serbia, il primo ad ottenere il bisturi a raggi X, è stato visitato dal presidente della Serbia Aleksandar Vucic domenica (22 luglio 2018) ed ha annunciato che ci saranno altri investimenti negli istituti sanitari. La Serbia spende un quinto del suo budget sulla sanità, ha ricordato Vucic.

Il presidente ha annunciato che il secondo bisturi a raggi X dovrebbe arrivare già il primo agosto e ha detto che questo implicherà tanti risparmi. Vucic ha detto che a breve dovrebbe essere firmato il contratto di ricostruzione dell’intero Centro clinico e che, come Nis che ha ottenuto il centro più moderno, così sarà anche a Belgrado, Novi Sad e Kragujevac.

La ricostruzione completa costerà 69 milioni di euro e questo contratto,secondo le attese di Vucic, sarà firmato la settimana prossima.

Vucic ha visitato anche i lavori sulla facciata, i lavori di sanificazione del tetto, di cambio degli infissi e di adattamento della soffitta della struttura dell’Unità di emergenza, iniziati il 24 maggio e che termineranno entro il 22 ottobre.

Erano presenti insieme a Vucic anche il Ministro della sanità Zlatibor Loncar e il Ministro degli interni Nebojsa Stefanovic.

Che cosa è il bisturi a raggi X

Con questo macchinario si può applicare una dose più grande rispetto alla radioterapia classica e pertanto il periodo di radiazione si riduce da tre o quattro settimane a una sola. Il bisturi a raggi X permette una radiazione più precisa del tumore senza trattare anche il tessuto sano, il che non può essere fatto con i classici acceleratori lineari. Inoltre, permette anche l’applicazione di una dose giornaliera più grande il che aumenta l’efficienza della radiazione, riduce il numero di giornate in ospedale cinque o sei volte, permette un controllo della precisione grazie allo scanner e non alla radiografia semplice, e il controllo più essere fatto anche durante la radiazione.

Il bisturi a raggi X permette la cura di maggior numero di pazienti al giorno con una precisione uguale o più grande rispetto a quanto può essere fatto da un qualsiasi apparecchio per la radioterapia stereotassica corporea.Migliora la qualità della vita di pazienti curati con la radioterapia e permette la cura precisa di quel tipo di tumori che sono troppo grandi per il bisturi a raggi gamma.

Ekapija, 22.07.2018, https://www.ekapija.com/news/2200134/klinicki-centar-srbije-dobio-prvi-iks-noz-najavljena-nova-ulaganja-u-zdravstvo )

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top