Air Serbia vola verso gli utili

Air Serbia, la compagnia aerea nazionale serba, ha presentato ieri i dati di bilancio relativi al terzo trimestre del 2014 che dimostrano un costante incremento del traffico passeggeri e merci. Nel trimestre considerato il fatturato è stato pari a 57 milioni di euro, con un incremento del 54% rispetto allo stesso periodo del 2013.

Tra luglio e settembre i passeggeri sono stati 730.000, un incremento del 73% rispetto ai 419.000 dell’estate 2013. I traffico merci è cresciuto del 64%, con 669 tonnellate trasportate. Ad agosto si è registrata la punta storica di passeggeri, con 239.000 passeggeri (+71% rispetto a dodici mesi prima). La Aviolet, la compagnia charter lanciata a maggio, ha trasportato in estate 90.000 passeggeri verso la Turchia, la Grecia, l’Egitto, l’Italia e altre destinazioni.

Dane Kondic, direttore generale della Air Serbia, ha dichiarato: “Puntiamo ad andare in utile operativo per la fine del 2014 e siamo sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo. Tra gennaio e settembre AirSerbia ha trasportato 1,8 milioni di persone e 2.000 tonnellate di beni, che in entrambi i casi rappresentano un incremento del 66% rispetto allo stesso periodo del 2013. Si tratta di numeri significativi e, ancora più importante, la crescita del fatturato cresce con lo stesso ritmo”.

Con l’inaugurazione del collegamento con Tirana a fine settembre la Air Serbia oggi vanta 39 destinazioni in 29 diversi paesi mentre altre 20 destinazioni sono in code-sharing con Air France, Etihad, Air Berlin, Tarom, KLM e Aeroflot. 

Al momento Air Serbia, con le sue controllate “Air Serbia catering” e “Air Serbia ground services” occupa 1975 persone.

(Politika, 29.10.2014)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top