Agrokor vende i suoi locali commerciali in Serbia

Mentre la situazione con Agrokor si sta nuovamente complicando a Zagabria, in Serbia, la società fallita di Ivica Todoric continua a vendere i suoi locali commerciali e le sue strutture.

“Tramite le sue società in Serbia, Agrokor possiede beni sostanziali che non funzionano o di cui l’azienda non ha bisogno. Stiamo parlando di terreni, magazzini, strutture varie … Non ci sono ostacoli legali alla vendita di questi beni perché sono proprietà di Agrokor e nessuno mette in discussione questo”, afferma la fonte vicina al governo serbo per “Vecernje Novosti”.

Per vendere la sua proprietà in Serbia, che è sotto amministrazione controllata, Agrokor richiede l’approvazione del Ministero del Commercio e della Banca Nazionale di Serbia.

“Il piano per vendere tutto ciò di cui l’azienda non ha bisogno non è nuovo. A dicembre dello scorso anno, dopo aver ottenuto i permessi dalle autorità competenti, Agrokor ha venduto la costruzione Mercator a Novi Beograd per 46 milioni di euro. Di questa somma, 35 milioni di euro sono stati concessi alle banche per il pagamento dei prestiti della società, e 11 milioni di euro per le passività verso i fornitori. Lo stato approva queste vendite in modo che l’azienda possa ottenere nuove entrate e pagare le proprie passività a banche e fornitori. Agrokor non sta vendendo la sua attività in Serbia, ma solo le strutture e hanno il pieno diritto di farlo, dal momento che hanno bisogno di capitale fresco e di saldare prestiti delle banche”, dice la fonte.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Dal 6 febbraio, quando il commissario per la Serbia di Agrokor, Marijan Stricevic si è ufficialmente dimesso, le autorità serbe hanno comunicato direttamente con i direttori delle società. Tuttavia, Stricevic è ancora in Serbia, dove gestisce le operazioni commerciali e la vendita delle strutture di Agrokor.

In Serbia, Agrokor ha filiali, tra cui: Dijamant di Zrenjanin, Frikom (di proprietà della società Ledo di Zagabria), Idea (di proprietà del croato Konzum Trgovina), Mercator (di proprietà dello sloveno Merkator), MG Mivela (di proprietà di Jamnica di Zagabria ), Super Kartica (il proprietario di maggioranza è la catena di supermercati Idea), Kikinda Mill (di proprietà di Dijamant) e Nova Sloga di Trstenik (di proprietà diretta di Agrokor).

Seguendo la società sotto amministrazione controllata e a causa di enormi passività, prima di tutto verso la Sberbank russa, i beni dell’agrokor furono valutati ufficialmente e si è scoperto che il valore di tutte le società operanti sotto Agrokor era di tre volte inferiore alle sue passività. Un totale di 140 aziende operano sotto Agrokor e il loro valore complessivo stimato è di 18,5 miliardi di kune (circa 2,5 miliardi di euro), mentre le passività totali di Agrokor ammontano a 57 miliardi di kune o a 7,7 miliardi di euro.

In Serbia, le “migliori” società di Agrokor sono Frikom, del valore di 167,7 milioni di euro, e Dijamant, del valore di 87 milioni di euro.

TERZO PIÙ GRANDE RIVENDITORE IN SERBIA

Il Gruppo Agrokor è il principale grossista e rivenditore di prodotti alimentari nella regione, considerando le vendite totali in Croazia, Slovenia e Bosnia, ed è il terzo più grande in Serbia. Il Gruppo opera nell’area di 1,1 milioni di m2 e ha accesso a una popolazione di 17,5 milioni di persone. Il segmento retail e wholesale è il segmento più grande del gruppo Agrokor e attualmente impiega circa 36.000 persone. Nel corso del 2017, il gruppo ha generato entrate per 4,2 miliardi di euro.

http://www.novosti.rs/vesti/naslovna/ekonomija/aktuelno.239.html:746518-AGROKOR-U-SRBIJI-Todoric-rasprodaje-lokale

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top