Agenzie di stampa mondiali scrivono delle proteste di Belgrado: migliaia di cittadini chiedono la libertà dei media ed elezioni giuste

Numerosi media mondiali hanno riportato oggi le proteste svoltesi nel finesettimana a Belgrado e la conferenza stampa del Presidente della Serbia, Aleksandar Vucic, affermando che migliaia di cittadini si erano riuniti davanti alla presidenza, chiedendo una maggiore libertà di stampa ed elezioni eque.

L’agenzia Associated Press ha riferito che Vucic ha promesso di difendere la legge e l’ordine nel paese e che durante il suo discorso ha più volte chiamato i leader dell’opposizione “fascisti, teppisti e ladri”. Il discorso di Vucic è seguito dopo l’entrata violenta dei sostenitori dell’opposizione nell’edificio di RTS accaduto la scorsa notte per protestare contro il governo autocratico di Vucic, svrive l’AP.

L’agenzia statunitense afferma che durante la conferenza stampa di Vucic, centinaia di sostenitori dell’opposizione si sono radunati davanti alla presidenza per chiedere le sue dimissioni.

AP aggiunge che ci sono state controversie tra manifestanti e la polizia, infatti la polizia ha lanciato lacrimogeni contro i manifestanti che si erano ripromessi di formare una “catena umana” intorno alla presidenza per non dare la possibilità a Vucic di lasciare l’edificio. La folla continuava a scandire le parole “Per lui è la fine”, riporta l’agenzia e ricorda che queste parole furono lo slogan della rivolta del 5 ottobre del 2000, che ha portato al rovesciamento del regime di Milosevic.

La polizia ha rimosso ieri sera davanti all’edificio di RTS centinaia di violenti manifestanti, compresi i leader dell’opposizione. L’AP afferma che questo è stato il primo grande incidente dopo mesi di manifestazioni pacifiche contro il “leader populista Vucic”.

I dimostranti chiedono le dimissioni di Vucic, elezioni giuste e libertà dei media, conclude l’AP.

Anche l’Agenzia Reuters ha riferito che la polizia serba ha usato gas lacrimogeni, specialmente contro un gruppo di manifestanti che aveva cercato di portare un camioncino con gli altoparlanti vicino all’edificio della presidenza, e che i manifestanti durante la conferenza stampa di Vucic hanno continuato a fischiare nei fischietti ed a gridare “Dimissione”.

Reuters ha citato le parole di uno dei leader dell’Alleanza per la Serbia, Borko Stefanovic, ovvero che i manifestanti continueranno a bloccare l’edificio della presidenza e che non andranno via fino a quando le loro richieste non saranno soddisfatte o fino a quando non avranno ottenuto una solida certezza che le loro richieste saranno soddisfatte.

Reuters afferma inoltre che Vucic alla conferenza ha dichiarato di non aver “paura”.

L’Agenzia di stampa France Press ha riferito che migliaia di cittadini serbi si sono riuniti oggi a Belgrado davanti alla presidenza per manifestare contro il Capo dello Stato Aleksandar Vucic, che accusano di autoritarismo e di soppressione della libertà dei media.

L’agenzia francese afferma che il conflitto si è verificato quando la polizia ha fallito nel tentativo di impedire ai manifestanti di portare un camioncino con gli altoparlantti davanti all’edificio presidenziale.

Alla conferenza stampa trasmessa in diretta su RTS, Vucic ha criticato i suoi principali avversari d’opposizione, e ha chiamato Obradovic fascista, e Djilas e Vuk Jeremic magnati, secondo un rapporto dell’agenzia francese.

https://naslovi.net/2019-03-17/beta/svetske-agencije-o-protestima-hiljade-gradjana-traze-slobodu-medija-i-postene-izbore/23082655?fbclid=IwAR0T-NXOvkFEaHKOTSDkP5J53Y5dHR4jCFEO4tERKCwoxJ8mKaHHzUc_F-M

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Agenzia di stampa France Press, Aleksandar Vucic, Associated Press, proteste, Reuters
Deutsche Welle: l’ultimatum dell’opposizione è un’arma a doppio taglio

Djilas da aprile a capo del Partito della Libertà e della Giustizia – L’opposizione vuole la fine del regime di Vucic

Close