Aelius firma l’accordo per Galenika

Presso il Ministero dell’Economia, la società lussemburghese Aelius ha firmato un contratto per l’acquisto del 93,7% del capitale della società farmaceutica Galenika di Belgrado al prezzo di 16 milioni di euro.

Come annunciato dal Ministero, l’accordo è stato firmato dal Ministro dell’Economia Goran Knezevic e dal rappresentante di Aelius Jorge Costa Da Silva.

Dopo la firma, alla quale ha partecipato anche il proprietario di EMS S/A, Carlos Sanchez, il Ministro Knezevic ha dichiarato che si aspettava che la privatizzazione di Galenika avrebbe avuto successo e che avrà un impatto positivo sulla crescita economica della Serbia, perché l’acquirente è una rinomata azienda dell’industria farmaceutica.

“L’interesse della Serbia è che le persone lavorino e siano pagate, e che siano pagati tasse e contributi, e il vostro interesse è quello di espandere il vostro mercato e fare profitto. Ci aiuteremo a raggiungere questi obiettivi”, ha dichiarato Knezevic dopo la firma e ha accolto con favore i rappresentanti della società in Serbia.

Sanchez ha dichiarato che i piani per Galenika sono quelli di trasformarla e renderla importante per l’intera Europa sudorientale.

“Vogliamo una società di successo, affinché i nostri dipendenti possano avere buoni salari e svilupparsi ulteriormente in Serbia”, ha dichiarato Sanchez.

Il nuovo proprietario di Galenika è tenuto a pagare 25 milioni di euro per risolvere i debiti della fabbrica verso banche e ulteriori 200 euro all’anno di servizio ai dipendenti che hanno optato per il programma sociale volontario.

L’acquirente si impegna anche a investire 5,525 milioni di euro in Galenika nei prossimi due anni e a mantenere il numero di dipendenti inferiore a 900 per un periodo di tempo indefinito. Un totale di 250, sui 1.400 lavoratori, hanno presentato domanda di congedo volontario.

Aelius, associata a EMS S/A Brazil, è stata l’unica offerente a soddisfare tutti i termini per partecipare al processo di privatizzazione di Galenika.

Il Presidente dell’Unione Indipendente di Galenika, Zoran Pantelic, ha espresso la speranza che l’acquirente estenda la gamma di prodotti, pur mantenendo tutti i 1.150 addetti e aumentando i salari, attualmente a 47.000 dinari.

“Mi aspetto che il nuovo proprietario espanda la produzione e assuma tutti i dipendenti, in quanto lavoratori qualificati”, ha dichiarato Pantelic, aggiungendo che “negli ultimi quattro-cinque anni sono stati licenziati lavoratori”, dato che il numero dei dipendenti è stato dimezzato da 2.800 a 1.400.

Oltre ai posti di lavoro, i lavoratori, secondo lui, si aspettano che il nuovo acquirente si accordi su un dialogo sociale e che aderisca all’Accordo collettivo: “L’accordo collettivo, firmato nel 2015, scade alla fine del 2018 e prevedo un nuovo inizio per l’inizio prossimo autunno”. In linea con l’accordo collettivo corrente, gli operai reclamano contributi assicurativi pensionistici per il 2013 e per diversi mesi dell’anno in corso, da pagare in otto mesi, così come i contributi ferie annuali pagate e premi di anzianità per i lavoratori che hanno lasciato Galenika in precedenza.

“Il governo della Serbia ha raggiunto una decisione secondo la quale dovrebbero essere pagati i diritti e avvieremo una controversia se non lo faranno”, ha annunciato Pantelic.

La Presidente del Sindacato Autonomo di Galenika, Tamara Lalic, ha anche dichiarato a Beta che gli operai si augurano che il nuovo proprietario della fabbrica abbia intenzione di espandersi in quei mercati in cui vengono venduti i farmaci di Galenika e che aderisca alla Legge sul Lavoro e al contratto collettivo.

(eKapija, 02.11.2017)

https://www.ekapija.com/en/news/1927885/aelius-and-ministry-of-economy-sign-sales-and-purchase-agreement-on-galenika

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top