Adottato, nonostante le violenti proteste di ieri, il Piano Urbanistico di Novi Sad

Nonostante le violenti proteste contro il Piano Urbanistico Generale (GUP) di Novi Sad fino al 2030, nella sessione di ieri dell’Assemblea cittadina di Novi Sad il Piano è stato comunque adottato.

Con 63 voti a favore del Partito progressivo serbo e dei suoi partner di coalizione, quattro contrari e nessuna astensione, Novi Sad ha ottenuto un nuovo GUP. I consiglieri del Partito Democratico della Serbia e del Partito Radicale Serbo erano contrari, mentre non si sono presentati in aula i consiglieri della Lega dei socialdemocratici della Vojvodina. Verso le nove, un centinaio di persone raccolte tra gli edifici del Governo e dell’Assemblea della Vojvodina, hanno sfondato il cancello metallico che bloccava l’accesso all’Assemblea provinciale, dove era prevista la riunione dei consiglieri comunali, e ci sono stati scontri con la polizia.

A un certo punto circolavano voci che la seduta era stata rinviata, ma non è stato così. Il piano urbanistico generale di Novi Sad fino al 2030 è stato il primo di circa ottanta punti all’ordine del giorno della seduta di ieri. Cittadini e attivisti riuniti in diverse organizzazioni da mesi protestano contro l’adozione di questo documento, perché affermano che è stato creato su misura per gli investitori, sottolineando in più occasioni che porta alla distruzione della città. Gli attivisti hanno inviato all’Assemblea una richiesta di revisione ai consiglieri ma la loro richiesta non è stata accolta.

Quando i manifestanti hanno rimosso le recinzioni di protezione, sono iniziati degli scontri con la polizia. Secondo informazioni non ufficiali nessuno è stato trattenuto. Uno dei punti contestati è che il GUP darebbe il via libera alla costruzione del cosiddetto progetto “Novi Sad sull’acqua”, una devastazione di oasi naturali, aree verdi e altri problemi e contro erano state presentate più di 12.000 obiezioni firmate, ma la maggior parte di esse è stata respinta.

Nebojša Novi Milenković si è rivolto ai manifestanti riuniti, dicendo che il GUP non è stato realizzato guardando ai cittadini, ma accontentando una cricca di investitori-urbanisti. “Quanti soldi dai loro profitti astronomici hanno restituito gli investitori alla nostra comunità? Il GUP determina la direzione strategica di una città e la sua adozione dovrebbe essere una festa che rende orgogliosi questa Assemblea e la città. Questo Piano oggi sembra un’occupazione della città”, ha detto Milenkovic.

Ricordiamo che tutte le presentazioni pubbliche e le riunioni della Commissione di pianificazione iniziate alla fine dello scorso anno, sono state caratterizzate da un clima teso sull’orlo di un confronto fisico e uno scambio di insulti tra i cittadini e rappresentanti governativi.

Photo credits: “A. Mandic”

https://www.danas.rs/vesti/drustvo/oborena-metalna-kapija-tuca-sa-policijom-protest-u-novom-sadu-protiv-usvajanja-gup-a/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top