Adesione UE: 12 capitoli da aprire entro giugno

La prossima settimana dovrebbe tenersi a Bruxelles una riunione della Commissione UE per l’Allargamento (COELA), nel corso del quale la Croazia dovrebbe ufficialmente ritirare le sue obiezioni per quanto riguarda l’apertura del Capitolo 26 (Istruzione e Cultura) nell’ambito dei negoziati di adesione della Serbia.

Nel corso della riunione, dovrebbe essere approvata inoltre l’apertura di altri due capitoli, il 20 (imprenditorialità e politica industriale) e 29 (unione doganale). Inoltre, verrà presa una decisione sulla prossima Conferenza intergovernativa Serbia-UE che dovrebbe tenersi il 20 gennaio, come concordato in precedenza dai funzionari dell’UE.

Bruxelles ha anche chiarito che non sono previsti prerequisiti addizionali da rispettare per quanto riguarda l’apertura dei capitoli di cui sopra, e ha invitato la Serbia a preparare le sue posizioni negoziali. Durante la presidenza di Malta, Belgrado potrebbe aprire fino a 12 capitoli, compresi i capitoli 2 (libero flusso della forza lavoro), 4 (libero flusso di capitali), 6 (diritto societario), 9 (servizi finanziari), e 28 (assistenza sanitaria e (tutela dei consumatori).

Se questo accade, la Serbia realizzerà la sua aspirazione di aprire tutti i 34 capitoli negoziali entro il 2018, chiudendone alcuni prima della scadenza ufficiale.

In questo processo, la Serbia conta sul sostegno di influenti paesi europei, in particolare di Germania, Francia, Italia e Spagna, mentre i paesi vicini, come la Grecia, potrebbero ostacolare il processo e utilizzarlo per affrontare alcune questioni bilaterali irrisolte con la Serbia.

Il relatore del Parlamento europeo, David McAllister, presenterà la sua relazione periodica sul processo di adesione della Serbia nel mese di gennaio. Nel progetto di relazione, McAllister elogia la Serbia riguardo al progresso delle riforme, in particolare delle riforme economiche, e insiste su una migliore applicazione dello stato di diritto.

(Vecernje Novosti, 03.01.2017)

http://www.novosti.rs/vesti/naslovna/politika/aktuelno.289.html:642830-Do-juna-cak-12-poglavlja

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top