A Zlatibor si trovano quasi solo muratori e manodopera turca

Mentre i muratori serbi, sperando in guadagni migliori, scappano in Occidente, in Serbia, in particolare a Zlatibor dove c’è molto lavoro nell’edilizia, arrivano operai dalla Turchia.

Circa 300 turchi, di vario profilo, secondo il Comune di Cajetina, sono attualmente impegnati in diversi cantieri a Zlatibor. Stanno facendo quello che facevano rumeni e albanesi prima, ma per meno soldi. I primi gruppi di turchi sono arrivati questa primavera.

“Diversi investitori nazionali che costruiscono a Zlatibor hanno selezionato aziende turche come appaltatori che hanno portato qui i loro lavoratori. Uno dei motivi è che le società di costruzioni nazionali sono in deficit di manodopera, e l’altro è che le società turche hanno una meccanizzazione più moderna. Gli investitori dicono che i turchi sono professionali e capaci come lavoratori. Le aziende turche lavorano per più soldi di quelle locali, ma sono più efficienti, lavorano nei fine settimana e nei giorni festivi su tre turni”, riferisce il sindaco Stamatović.

Attualmente è difficile trovare muratori, pittori edili, ceramisti, idraulici, elettricisti a Užice e nei dintorni…La maggior parte di loro sono all’estero o nei cantieri di Zlatibor.

A Zlatibor molto è stato costruito negli ultimi anni e solo Belgrado ha un budget maggiore in proporzione al numero di abitanti. Il comune di Cajetina rilascia circa 200 permessi edilizi all’anno, e solo per i primi 6 mesi del 2021 tale numero è stato superato.

Dieci anni fa Zlatibor aveva 20.000 posti letto e ora circa 30.000, di cui circa 25.000 in alloggi privati. Secondo i registri delle autorità di Cajetina, il prezzo dei terreni si è moltiplicato nell’ultimo decennio. Recentemente è stato venduto un terreno di 64 ettari su Zlatibor al prezzo di 73.000 euro per ettaro, due volte e mezzo superiore al prezzo iniziale.

https://www.blic.rs/biznis/privreda-i-finansije/nasi-neimari-otisli-na-zapad-sada-nam-zidaju-turci-vise-od-300-stranaca-trenutno-radi/hcmz57z

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top